IPOCRISIA

 

La mia poesia?

È l’espressione dell’emozione

che non si nasconde

dietro il velo dell’ipocrisia

 

Poiché IO ho visto …

quel luminosissimo cielo …

ed è stato allora che,

come qualunque altro povero cristo,

ho spiccato “il mio primo volo” …

verso quella dimensione interiore

che ora comprendo perfetta-mente,

al di là di ciò che ancora crede …  

certa gente …

la quale si rifugia, segreta-mente,

nelle oscure caverne della propria mente

 

Quelle persone …

non capiscono, evidentemente,

che stanno sopravvivendo

immerse nell’illusione …

creata, inconsapevolmente,

dalla loro immaginazione …

e che in questo modo

stanno impedendo a se stesse

di pervenire spedita-mente …

in questa vita …

alla tanto ambita … illuminazione …

 

Annunci

OGNI MOMENTO

 

Sì, è vero, allora fuggii, scappai via,

senza darti neppure una spiegazione,

perché non ero ancora capace

di dare voce a un’emozione …

ma sentivo … inconscia-mente,

che se fossi rimasto, mai … probabilmente,

saresti stata mia …

 

Non fu dunque un errore …

poiché così è stato

che per tutto questo tempo

TU mi hai pensato …

custodendo il ricordo di ME

nel tuo docile cuore …

(da dove non mi sono mai allontanato veramente)

mentre, per proprio conto, ognuno di noi

delineava il proprio fato …

 

Ti ringrazio, perché quel magico sentimento

mi ha dato forza, gioia, vigore …

… in ogni momento …

che ad esso ricorrevo, quando, da solo …

cercavo di superare l’inevitabile dolore …

 

Il nostro incontro

non fu certo frutto del caso

esso è accaduto perché

 l’abbiamo desiderato …

ed è d’allora che, di TE …

IO Sono

perdutamente innamorato …

 

Lo so … stare lontano …

non è il modo che avevi immaginato

per poterci Amare …

ma non ti preoccupare,

perché anche da qui …

IO …

riuscirò a sfiorare,

delicatamente,

la Tua mano …

 

 … <<Ero sorpreso di amarti, ora, e più non amare un fantasma in tua vece. Ma non ero stabile nel godimento del mio Dio. Attratto a TE dalla tua bellezza, ne ero distratto subito dopo dal mio peso, che mi precipitava gemebondo sulla Terra. Era, questo peso, la mia consuetudine con la carne; ma portavo con me il Tuo ricordo. Non dubitavo minimamente dell’esistenza di un essere cui dovevo aderire, sebbene ancora non ne fossi capace, perché il corpo corruttibile grava sull’anima, e la dimora terrena deprime lo spirito con una folla di pensieri; ed ero assolutamente certo che quanto in TE è invisibile, dalla costituzione del mondo si scorge comprendendolo attraverso il creato, così come la tua virtù eterna e la tua divinità. Nel ricercare, infatti, la ragione per cui apprezzavo la bellezza dei corpi sia celesti sia terrestri, e i mezzi di cui dovevo disporre per formulare giudizi equi su cose mutevoli, allorché dicevo: “Questa cosa dev’essere così, quella no”; nel ricercare dunque la spiegazione dei giudizi che formulavo giudicando così, scoprii, al di sopra delle mente mutabile, l’eternità immutabile e vera della verità. E così salii per gradi dai corpi all’anima, che sente attraverso il corpo, dall’anima alla Sua potenza interna, cui i sensi del corpo comunicano l’esterna realtà. Di qui salii poi ulteriormente all’attività razionale al cui giudizio sono sottoposte le percezioni dei sensi corporei; ma poiché anche quest’ultima mia attività si riconobbe mutevole, ascese alla comprensione di se medesima. Distolse dunque il pensiero dalle sue abitudini sottraendosi alle contraddizioni della fantasia turbinosa.>> …

(Fonte: http://www.clerus.org/bibliaclerusonline/it/ct4.htm)

 

Così giunsi,

in un impeto della visione trepida,

all’Essere ME stesso

… e d’allora godo, beata-mente,

della meravigliosa soddisfazione del sesso …

ESUBERANZA

 

Care Anime,

so che Vi sembrerà incredibile

ma IO sento …  

che qualcosa sta accadendo,

in modo sottile ed invisibile,

proprio in questo momento …

anche se molti, purtroppo,

comprendono a stento …

 

È UNA particolare esuberanza …

che imperiosa avanza

e che spinge a lasciare alle spalle

ogni accenno di apatia e di titubanza …

 

Vi sembra impossibile?

Allora, evidente-mente,

non avete ancora mosso il primo passo di danza …

poiché questo è ciò che avverte nitida-mente

 chi è riuscito ad andare oltre la mente,

innalzando la propria coscienza

fino all’unitaria frequenza …

 

È giunta l’ora d’iniziare a giocare,

trasgredire, disobbedire,

lasciarsi alle spalle

l’assurdo concetto di penitenza …

 

Basta rinunciare … alla beatitudine sensuale …

poiché è lasciandosi andare completamente

che più facilmente si va al di là del bene e del male …

 

È il sorriso …

che caratterizza la supposta superiorità

non la ricerca del paradiso …

attraverso la mente inquieta

che non s’accontenta della mediocrità …

 

Credetemi … con la personale esperienza

chiunque potrà evadere facilmente,

dalla stretta gabbia dell’egoica individualità …

 

A nulla serve, invece, la presunta conoscenza,

se prima non si passa per l’autoconoscenza

in grado d’annullare quel senso d’onnipotenza

che contraddistingue, inequivocabilmente,

chi non ha ancora riscoperto la propria Essenza …

e perciò, inconsapevolmente,

continua a cercare all’esterno quelle verità …

in grado di riflettere l’innata saggezza

dell’interiore divinità …

 

… la quale …

è sempre in attesa di potersi manifestare …

qui e ora, nell’eterno presente …

per consentirci, finalmente,

di godere beata-mente …

 

STOLTI

 

Fosti TU …

a celare la semplice verità

ai supposti sapienti,

preferendo, ad essi, rivelarla

agli ingenui ed agli incoscienti …

poiché di questi ultimi

son più libere le menti …

 

Quanti, infatti,

convinti d’essersi innalzati …

sul “coturno d’una scienza

che avrebbe dovuto assicurare loro

un’agevole esistenza,

si sono allontanati …

dalla Tua meravigliosa Essenza?

 

Quelle povere Anime …

sebbene a conoscenza

della gloriosa presenza di Dio

(poiché Egli è in ognuno presente),

di fatto glorificano e ringraziano

esclusivamente il loro “piccolo io” …

perse, come sono, nei vani pensieri,

mentre s’ottenebra il cuore insipiente

oscurato dall’inconsapevole mente …

 

Sì,  ho visto …

… i loro volti …

proclamandosi saggi,

costoro, ai miei occhi,

per loro libera scelta …

si son resi stolti …

 

LUSSURIOSA

 

C’è chi da tanto lo va dicendo …

la vita è un libro bianco

che può essere scritto solo vivendo …

 

A nulla serve, perciò,

imparare a memoria

ciò che è stato scritto da altri …

tanto tutto passa … alla storia …

 

Chi lo fa non comprende,

probabilmente,

che l’esistenza diventa una finzione,

una vuota ed insensata imitazione …

 

Essa ci è stata donata al semplice fine

d’essere pienamente sperimentata nella quotidianità

per essere totalmente penetrata, nel suo senso più profondo,

così da poter rivelare, a ciascuno, la propria verità …

 

La vita non è quindi morta teoria, illusoria fantasia,

ma pratica lussuriosa, sempre nuova e gioiosa,

che inevitabilmente sfocia in una semplice poesia …

 

Come un terreno arido che non dà frutti …

è, invece, la mente studiosa …

che rifiutando di sperimentare il suo mistero,

(l’entusiasmante bellezza)

si preclude di pervenire alla Saggezza

 

Tuttavia, la teoria può anche essere l’inizio,

il punto di partenza,

ma mai l’arrivo, né il cammino per innalzare,

attraverso la propria, l’unitaria coscienza …

 

UNA STORIA D’AMORE

 

A proposito di belle storie d’amore

che febbrilmente fanno palpitare il cuore

al punto da originare una meravigliosa emozione …

sapete cosa pensano quelle persone

che si sono risvegliate dall’illusione

di non poter ri-creare, qui e ora,

la mistica unione …?

 

<<No, cosa?>>

 

Esse asseriscono che sia giunto il tempo di cambiare

quella superata disposizione

che, di fatto, condannando l’esperienza

 (Vedi: “Compendio del catechismo della chiesa cattolica”,

nei paragrafi da 2380 a 2391, sotto la voce:Offese alla dignità del matrimonio” …)

allontana tanta gente dalla comprensione,

costringendola nell’illusione di conoscere … la compassione …

 

Voi non Mi crederete probabilmente

ma IO Soper certo …

che c’è chi intanto avanza …

col proprio modo di pensare,

ed è perciò seriamente preoccupato

per “l’altrui coscienza” …

ecco perché scrive e riscrive, febbrilmente, tante bozze …

arrivando persino a chiedersi,

a proposito della convivenza,

se essa possa essere preferibile …

a certe nozze …

 

Ciao Amore

 

SIBILLA

 

È proprio bella la mia Sibilla,

come una stella

splendida-mente brilla …

sulla nera lavagna del cielo,

magistralmente disegnata da Chi,

evidentemente, voleva che La notassi

e perdutamente me ne innamorassi …

 

E così è stato,

è accaduto, improvvisamente,

dopo che a lungo ho vagato

nella magnificenza del creato …

incredibilmente, grazie a quell’incontro,

ho avvertito una rinnovata energia

accompagnata da una magica euforia …

 

IO stesso Sono meravigliato,

perché mai avrei potuto immaginare

che in quel modo, l’Amore, sarebbe nato

facendo volare così in alto la mia fantasia

da ispirarmi questa semplice poesia …

 

Eccomi, sono pronto …

ad accogliere il rinnovato sentimento …

che m’ha portato in dono l’ennesimo,

straordinario, cambiamento …


FESTA!

 

C’è una festa importante

conosciuta come “Solstizio d’E-sta-te

che, nel tempo,

ha fatto “gioire” tantissima gente

e che ora, forse, pure TE

reputi interessante

 

È sufficiente aprire gli occhi

per godere dello spettacolo sorprendente

consistente in UNA Luce splendente …

 

Un particolare momento …

in cui l’attesa … grazie al movimento,

lascia il passo alla meravigliosa sorpresa

che ne consente l’accadimento …

 

Arriva il grande caldo e qualcuno

probabilmente,

(più facilmente tra chi sceglie “il mare”)

s’innamoreràperduta-mente …

 

 

Per i tanti amanti …  della precisione …

quest’anno si verificherà lunedì 20 giugno alle ore 22:34

(in concomitanza con la luna piena)

per chi, invece, cercasse l’emozione …

il consiglio è di lasciarsi andare, completamente,

senza opporre la benché minima resistenza,

poiché così, chiunque, abbandonando ogni mugugno,

si potrà innalzare, vertiginosamente,

fino a raggiungere la “nuovissima frequenza” …

 

 

UNA RELIGIONE

… <<Se riuscite ad aver fiducia nella natura, un po’ alla volta diverrete quieti, silenziosi, felici, pieni di gioia, festosi, perché la Natura è eternamente in festa; la Natura è una celebrazione continua. Guardatevi intorno. Riuscite a vedere un solo fiore, una nuvola, l’arcobaleno, un uccello che canta, la luce che riflette sul fiume o la luna che si specchia sul lago che non siano testimoni di quella festosità? Il mondo è in festa, l’universo non è triste, dona speranza …  è un canto, una canzone … una meravigliosa danza … Diventa parte di questa danza, non avere paura, fidati della tua natura. Se hai fiducia nella tua natura, passo dopo passo ti avvicinerai alla natura cosmica; è il solo modo: Tu Sei parte del cosmo. Quando hai fiducia in te stessa hai fiducia nel cosmo che è in te. La strada passa attraverso TE: da quel piccolo filamento puoi raggiungere la meta suprema. Cara Anima, se hai fiducia in Te stessa hai fiducia nel Dio/Dea che ti ha creata, altrimenti sei disperata. No, non è semplice fantasia, questa è l’armonia. Per ME, Essere in armonia con la natura significa essere religiosi. La mia definizione di religione è questa: Essere in armonia con la Natura. E questo è il significato della parola indiana dharma: significa “Natura”, la natura intrinseca. Abbi fiducia nella natura, non farle violenza, poiché quello sarebbe, ancora, un evidente segno d’incoscienza. Crea, insieme ai tuoi simili, un ambiente diverso, dove la gente possa danzare festosa, dove uomini e donne si tengono per mano, si abbracciano, dove le persone sono piene d’Amore e di gioia, e non, invece, afflitte dalla noia. È giunto il momento di dare alle fiamme, senza mezze misure, tutto le idee che contrastano con questo nuovo concetto di religiosità … poiché ciascuno già sa, che questa è la Verità. Un concetto di religione totalmente nuovo – che affermi la Vita, UNA religione d’Amore e non di leggi, UNA religione della natura e non di disciplina, UNA religione di totalità e non di perfezione, UNA religione di sentimenti e non cerebrale. Il cuore dovrebbe diventare il padrone, consapevolmente … solo a quel punto le cose si sistemerebbero spontaneamente.>> …

(Fonte: Osho, “Estasi, il linguaggio dimenticato”. © 2008 De Agostini ed., pag. 202-204, stralcio)

NUOVA REALTÀ

 

Ora lo sai pure Tu

cosa voleva dire Gesù

quando parlava …

di ciò che sta lassù …

 

Occorre alzare lo sguardo …

verso quella parte di noi

che vorremmo s’elevasse di più

se vogliamo trascendere le basse vibrazioni

tipiche della profonda oscurità

di chi staziona quaggiù …

 

Un continuo, incessante, allontanamento …

dalla fase vittimistica del momento …

grazie alle scelte mirate all’abbandono dell’egoità

che facilitano l’interiore cambiamento …

 

È così, probabilmente,

senza alcun impazzimento …

che si approda ad UNA più alta Verità

che inevitabilmente Tutto conduce,

al di là del bene e del male ,

verso il naturale compimento …

della nuova realtà …

 

CHI SIAMO?

 

Chi Siamo ancora non lo sappiamo,

evidentemente,

forse per questo cerchiamo fuori

ciò che abbiamo … interiormente …

 

Quel sentimento sorprendente

che è in grado, in un solo istante,

di farci rinascere meravigliosa-mente

ma che, banalmente, inconsapevolmente,

è ostacolato dalla nostra piccola mente …

… la quale, essendo poco intelligente,

poiché crede di sapere cos’è il trascendente,

ci spinge, continuamente, verso la ricerca del niente …

 

Lo so, come al solito non si capisce niente,

ma accade così, incredibilmente,

quando la verità … viene espressa semplice-mente …

 

Essa non viene compresa, esaustivamente,

 da chi, personalmente,

non è ancora andato al di là dell’immanente

 

 

Ma anche da chi non riesce a liberarsi

dell’attaccamento e del possesso,

tipici dell’attuale realtà,

ed è perciò costretto, da se stesso,

a permanere nell’egoità …

 

OSSERVO …

Se osservo attentamente, vedo nitidamente chi trascina dietro di sé il peso delle menzogne che la mente ha accettato come verità. Ed è proprio questo l’ostacolo che impedisce di comprendere la realtà. Ma chiunque ha la possibilità di disfarsi di quel peso ingombrante distrazioni che impediscono di godere appieno delle emozioni. Questo, probabilmente, è ciò che ostacola la possibilità d’andare al di della dualità ove è possibile, per ciascuno, approdare alla propria verità.

… LA MENTE …

… <<La vostra mente è la fonte del vostro fardello, v’imbroglia: crea un mondo magico, un falso universo di conoscenza. Questo è il significato della narrazione biblica: Adamo venne scacciato dal paradiso terrestre per aver mangiato il frutto dell’albero della conoscenza. È una parabola ricca di significato. Adamo venne scacciato dall’Eden a causa della conoscenza, e perse la sua beatitudine, perse tutta la sua innocenza, la sua felicità, perse l’immortalità. Questo è il peccato originale: la conoscenza è il peccato originale. Meditate il più possibile su questa parabola, sempre più intensamente, osservatela da diverse angolature. Non esiste un’altra parabola così ricca di significato in tutta la storia della religione. Il peccato di Adamo è la conoscenza. Qual è dunque la virtù di Gesù? Dev’essere l’ignoranza. È ciò che dice Gesù quando afferma: “Finché non sarete come bambini, non entrerete nel regno del mio Dio”. “Finché non sarete come bambini” … vuol dire questo: finché non tornerete ad Essere innocenti, ignoranti come bambini, finché non abbandonerete tutto il sapere accumulato nella mente durante l’esistenza … non tornerete a Casa … nell’Unitaria Coscienza.>> …

(Fonte: Osho, “Estasi, il linguaggio dimenticato”. © 2008 De Agostini ed., pag. 161-162, stralcio)