SCONVOLGENTE

 

È da quel giorno …  

(quello in cui venimmo in questo mondo),

… che IO e TE

stiamo nello stesso cielo …

anche se per incontrarci,

e sperimentare quella stupenda emozione,

abbiamo dovuto aspettare

d’alzare quel sottilissimo velo …

 

 

Un’illusione …

che ogni individuo deve personalmente affrontare,

insieme al dolore,

per poter poi ri-conoscere, alla giusta occasione,

il comune sentimento,

che viene chiamato amore …


 

… dall’abreazione …

Un’esperienza unica, irripetibile,

che in un sol momento produce, interiormente,

un incredibile cambiamento,

talmente sconvolgente

che nemmeno la più aperta mente

sarà in grado di comprendere cosa le è accaduto,

poiché per Lei cadrà …

istantaneamente, inevitabilmente,

ogni punto di riferimento …

 

INESORABIL-MENTE

 

Siamo in volo,

nell’Universo,

a bordo di un’astronave meravigliosa,

i cui colori sono, per chiunque,

una graditissima sorpresa,

come pure la bellezza

ed il profumo emanato da ogni rosa …

 

Così Ella, affascinante, rigogliosa,

ricca di esuberante vitalità,

esprime la Sua sacralità

 

4 sono gli elementi di cui è costituita:

fuoco, acqua, aria e terra,

a rappresentazione, rispettivamente,

dello spirito, delle emozioni,

delle illusioni (a causa della loro impalpabilità)

e della materialità …

 

Per fare la necessaria esperienza,

probabilmente,

come affermano pure le religioni,

abbiamo a disposizione l’eternità

che ci consente di partecipare, attiva-mente,

 più o meno consapevolmente,

al bellissimo gioco della dualità,

attraverso cui sperimentiamo,

anche, autonomamente,

l’immenso potere della mente,

sempre pronta ad innalzare …

e poi far cadere, inesorabil-mente,

 assurde, superate, verità …

 

 

CONTEMPORANEITÀ

 

… <<La teoria della reincarnazione presuppone che il corpo ospiti un’anima immortale, principio divino che tende a ritornare nelle forme per compiere le sue esperienze; le varie incarnazioni consentono di attraversare molteplici aspetti di realtà per sommare conoscenza a conoscenza, fino a riunificare tutto in UNA Grande Coscienza, come consapevolezza contemporanea di ogni forma, ricongiungendosi così al principio originario: Dio. L’anima può giungere sulla Terra da altri pianeti; la forma umana, di transizione, non è la prima né l’ultima che l’uomo abita; terminata l’esperienza nel corpo umano, proseguirà il cammino in altre forme, su altri pianeti (?!).>> Le esperienze di ciascun individuo, oltre ad arricchire la coscienza individuale, confluiscono nella Grande Coscienza Unitaria che è una costante che permane, arricchita durante le varie incarnazioni. La reincarnazione è, dunque, logica-mente, uno strumento attraverso cui la Grande Coscienza Unitaria, fa esperienza di se stessa attraverso molteplici, infinite, individualità, tra esse legate per l’eternità. <<La difficoltà nel cammino evolutivo di civiltà (in special modo della moderna società), è data, probabilmente, dalla tendenza ad autoconsiderarsi il centro dell’universo, una presunzione culturale che dimentica che nell’universo non vi sono forme di vita preminenti, bensì un amalgama perfettamente equilibrato di esseri in contatto fra loro attraverso molteplici linee di comunicazione. Ogni forma si adatta all’ambiente in cui si trova, in base all’interazione con altre forme. La Terra è una stazione di passaggio per la coscienza che, continua-mente, trasmigra nell’universo. Ogni essere ha la propria specifica velocità di percezione … ogni specie ha una velocità percettiva diversa dalle altre.>> Un uomoed un ghiro … avvertiranno la realtà con una diversa temporalità. Questo è il motivo per cui la veritànon può sottostare … alla contemporaneitàe perciò mutacon incessante continuità …

 (Con frasi tratte dal libro: Alma Foà, “Reincarnazione la nuova teoria”. © 1991 Ed. Horus Damanhur, pag. 31-33, stralcio)

PERCEZIONI

 

Questo il momento

del tanto atteso cambiamento …

 

TUTTO

sta per giungere a compimento!

 

Una percezione

che avverte, nitida-mente,

chi come NOI sente …

che sta per accadere

qualcosa di travolgente” …

 

Anch’IO, come TE,

ho già sentito parlare d’una grande scoperta

che sconvolgerà,

riguardo ad una presunta verità,

i già precari equilibri dell’attuale società!

 

Dando il via all’effetto domino,

planetario, cosmico …

che sarà il punto di partenza

per la fine del vecchio paradigma

e che sta entrando a far parte,

trionfalmente,

della nuova coscienza

dell’Umanità …

 

CORAGGIOSA-MENTE

 

È vero, Sono contento, poiché finalmente

m’è stato riconosciuto un talento …

quello di suscitare l’interesse di tantissima gente,

pronta per l’interiore cambiamento,

nei confronti d’UNA presunta spiritualità

particolarmente in voga in questo momento …

 

Però voglio fare chiarezza,

riguardo alla splendente bellezza

che costoro scorgeranno, intorno,

a partire da quel giorno …

quando, improvvisa-mente,

comprenderanno come, magica-mente,

s’innalza la consapevolezza …

 

Semplicemente, era “Lei” …

che li confinava nell’immanente

impedendogli d’andare oltre i limiti,

autoimposti, dalla piccola mente …

 

Ma non ci si può far niente,

poiché Ella continua …

a ritenersi oltremodo intelligente,

pur avendo un’immotivata paura

d’affrontare quella meravigliosa avventura …

 

Che qualcuno ha chiamato risveglio,

resurrezione, rinascita, ascensione …

termini che aumentano, ininterrotta-mente,

insieme alle persone che, abbandonata ogni religione,

sperimentano personalmente, coraggiosa-mente,

la rinuncia … al loro orgoglio …

PRESUNZIONE

 

La vita è un lungo cammino

durante il quale, ogni bambino,

prima carponi e poi eretto

impara a superare gli ostacoli

che gli si presentano innanzi,

non per casualità ma per effetto

fino all’incontro col Sé divino …

 

Sono gli errori che commetto anch’ “io”,

come tutti, compresi i presunti santoni …

che nella fitta oscurità procedono a tentoni …

nella ricerca del loro D-io!

 

Nessuno li può schivare, neppure quelle persone

che per una qualche motivazione,

probabilmente connessa ad un’intuizione

hanno ricevuto una rivelazione …

 

Pure loro continuano a sbagliare

e se non chiedono scusa, sicuramente,

peccano di presunzione …

 

In tal caso a nulla servirebbero

l’acutezza del pensiero e le belle parole,

perché niente è furbo come la mente

che si crede oltremodo intelligente,

fino a sconfinare nell’onnipotenza …

 

Ecco perché l’ego deve morire, ripetutamente,

per riuscire a comprendere che l’intelligenza

è un dono di cui occorre prendersi cura,

utilizzandola efficacemente per aiutare la gente

ad abbandonare la propria paura,

spesso dovuta all’incoscienza …

 

Un giorno, forse, dovremo rendere conto

dell’uso che ne abbiamo fatto,

direttamente a chi ce l’ha concessa,

ritenendoci evidentemente all’altezza

di poter adempiere, con grande responsabilità,

al compito d’assistere l’umanità

con compassione ed umiltà …

 nell’abbattimento degli spessi muri,

eretti per pura vanità,

a difesa della temuta diversità

 

(Riflessione ispirata dalla lettura del libro di Susanna Tamaro, “Anima Mundi”,

di cui riporto un estratto dalla pagina 279):

 … <<Era stato un lampo. Un lampo che aveva svelato una forma diversa di comprensione. Adesso sapevo che si trattava soltanto del sentimento della compassione. D’un tratto, davanti ai miei occhi, è comparsa l’immagine di un bambino che veniva al mondo. Era mio padre. Non era solo. Dietro di lui c’era mia madre e le persone che mi sono state più vicine. Un giorno lontano eravamo stati tutti nudi, inermi, fragili e stupefatti. Avevamo avuto tutti lo stesso sguardo, quel giorno. Uno sguardo privo di pregiudizio, luminoso di gioia. C’era qualcosa di struggente in quell’immagine, qualcosa che mi bruciava dentro. In fondo, ho pensato continuando ad inerpicarmi su per il monte, per smettere di odiarsi basterebbe vedere le persone così. Se avessi ricordato mio padre come un neonato anziché come colui che m’aveva procurato dolore, sarebbe sparito ogni rancore. L’unico sentimento possibile sarebbe stata la commozione.>> …

 

MASTER

 

… <<Ti chiamano Re e sarebbero lieti di appartenere alla tua corte. Messia Ti chiamano, ed anche loro vorrebbero essere unti con l’olio benedetto. Si, vorrebbero vivere della Tua Vita.

L’uomo desidera sognare il Tuo sogno ma non intende destarsi alla Tua aurora, e la tua aurora è il suo sogno più grande. Vuole vedere con i Tuoi occhi, l’uomo, ma non ha voglia di trascinare i piedi fino al Tuo trono. Eppure moltiin Tuo nomehanno ottenuto un trono … e una mitra grazie alla tua forza, ed hanno mutato l’oro della Tua venuta in corone per le loro teste, e lucenti scettri per le loro mani. Maestro, Maestro di luce, i cui occhi guidano le dita annaspanti dei ciechi, sei ancora disprezzato e schernito: uomo troppo debole ed incerto per essere Dio, Dio troppo uomo per essere adorato. Per il loro “io prigioniero”, sono la messa e l’inno, il sacramento ed il santo rosarioma Tu, Tu sei il loro IO lontano, la loro intima brama e l’oggetto del loro ardore. Ma Maestro, Cuore di cielo, Cavaliere del nostro più bel sogno, Tu ancora percorri questo giorno; archi e frecce non fermano più i passi tuoi. Tu ti fai largo tra le nostre frecce: ci guardi e sorridi. E Tu che sei il più giovane di tutti noi, per noi sei Padre. Poeta, Cantore, Cuore grande, possa Iddio benedire il Tuo nome e il grembo che ti ha portato, e il seno che ti ha dato il latte. E possa Iddio perdonare noi tutti.>>

 Fonte: Gibran, “Gesù figlio dell’uomo”. © Newton 1993 – 2011, 1^ ed. pag. 157-161, stralcio

 

Lo so, non mi crederai,

eppure sono assolutamente sincero!

IO, col pensiero …

ho già insegnato in un’accademia,

dopoche in un lungo percorso a ritroso,

mi sono assegnato, nell’arte della spiritualità,

autonoma-mente, rispettiva-mente,

 il master, la laurea e la maturità …

 

Ora tocca a TE,

conoscere la (tua) Verità …


MASTER

… <<They call you King. And they would be in your court. They pronounce you the Messiah, and they would themselves be anointed with the holy oil. Yea, they would live upon your life.

 Man would dream your dream but he would not wake to your dawn which is his greater dream. He would see with your vision, but he would not drag his heavy feet to your throne. Yet many have been enthroned in your name and mitred with your power, and have turned your golden visit into crowns for their head and scepters for their hand.

 Master, Master of light,

Whose eye dwells in the seeking fingers of the blind, you are still despised and mocked, a man too weak and infirm to be God, a god too much man to call forth adoration. Their mass and their hymn, their sacrament and their rosary, are for their imprisoned self. You are their yet distant self, their far-off cry, and their passion.

 But Master, Sky-heart, Knight of our fairer dream, you do still tread this day; nor bows nor spears shall stay your steps. You walk through all our arrows. You smile down upon us, and though you are the youngest of us all, you father us all.

 Poet, Singer, Great Heart,

May our God bless your name, and the womb that held you, and the breasts that gave you milk. And may God forgive us all.

ATTRAZIONE

 

Nasce improvvisamente,

l’irresistibile attrazione …

e con essa quella meravigliosa emozione

che ipnotizza, completamente,

la gente che non saevidentemente,

d’avere a che fare con una banale illusione …

 

Ciò accade, probabilmente,

perché la mente crea, infaticabilmente,

un nuovo ideale d’amore,

forse, semplicemente, per affrontare il dolore

che è comunque un’esperienza,

cui noi, in più di qualche circostanza,

abbiamo dato troppa importanza …

 

 Ecco perché, a volte, a causa della resistenza,

a lasciar andare il rancore,

non riusciamo ad andare oltre la delusione

 

Ma quel misterioso sentimento …

è imperterrito, sempre in movimento,

e perciò tutti costringe al continuo cambiamento,

sottraendosi, ripetuta-mente,

ad una noiosa e definitiva collocazione

 

Quella che vorrebbero dargli certe persone,

legate profondamente a qualche religione,

che hanno paura

di dover rinunciare ad una superata verità,

a favore della emergente realtà

che consentirebbe loro di procedere oltre nell’evoluzione …

 

STELLA POLARE

 

Come la stella polare

IO traccio la direzione …

per quelle persone

smarritesi negli infiniti significati

attribuiti alla parola Amare,

letteralmente inventati

dagli adepti d’ogni religione …

 

È un cammino lungo ed accidentato

poiché costoro hanno studiato

e perciò il sapere acquisito

impedisce loro d’abbandonare,

definitiva-mente, tale convinzione …

 

Come un faro,

nella totale oscurità,

ho deciso d’aiutare quella parte d’umanità

che ha scelto d’aprire la mente

per andare oltre la propria realtà

ed approdare ad un’altra verità …

 

L’ho detto e lo ripeto adesso,

ho sperimentato personalmente,

quell’incredibile cambiamento

che m’ha permesso di distinguere,

in un sol momento,

il Vero Amore dal semplice sesso …

 

Ed a chi, ancora, fosse perplesso …

suggerisco di lasciarmi andare

poiché, le mie tante assurdità,

nulla possono insegnare

sulla vera spiritualità …

PENSIERI

 

Tra le tante Anime

che compongono l’attuale umanità

c’è chi crede che possa esistere

una presunta verità

che rimarrebbe sempre uguale

… per l’eternità …

 

Ma come si fa?

È sufficiente leggere la storia

(internet lo consente, non occorre memoria …)

per verificare, personalmente,

che tante sono state le assurdità,

(cui nel tempo ha creduto la gente

appartenuta ad antiche civiltà),

soppiantate, periodica-mente,

da qualcosa che al vecchio … contrapponeva il nuovo,

in una mistica danza …

che, inevitabilmente, avanza

e che in ognuno infonde speranza …

 

Ciò accade oggi, come ieri,

dai nostri, inarrestabili, pensieri

i quali, addirittura, incredibilmente,

darebbero sostanza,

(incarnandole nella nuova gioventù)

alle idee che in questo istante,

superata la paura,

stai sviluppando pure TU …

che alle spalle ti sei lasciato

il tuo amato … (?)

NON POSSO

 

Lascia stare, non lo fare,

non provare a capire ciò che non posso spiegare

attraverso semplici parole,

credimi …

tutto sarà più semplice, probabilmente,

quando ti lascerai andare, completamente …

 

Sentimi …

mentre Mi lascio amare,

non opporre quell’estenuante resistenza

che M’impedisce di starti vicino,

durante le dure battaglie che hai scelto d’affrontare

al solo fine di poter elevare la tua coscienza …

fino a ME … che sto dentro di TE …

… dall’inizio della tua esistenza …

 

Questo è il tuo viaggio,

non lo ricordi, ma l’hai scelto “tu”,

inconsapevolmente, come tanta altra gente,

perciò ora devi farti coraggio

senza aspettare ancora, inutilmente,

il ritorno di chi sta lassù …

 

Perché è oggi quel giorno …

ed IO Sono là, al di là della tua mente,

dove sono sempre stato presente …

perciò, se davvero lo vorrai …

potremo stare insieme, eterna-mente,

poiché ora sai chi Sono, e sai anche che mai,

veramente, mi sono allontanato dal trascendente …