PICCOLA

 

Ho saputo di tante persone

che da se stesse, inconsapevolmente,

s’erano illusoriamente allontanate …

fino a quando, dopo un lungo peregrinare,

e dopo aver imparato a volare,

a Casa son tornate illuminate …

 

È accaduto, vera-mente,

alle Anime dotate d’un’accertata incoscienza,

poiché per riuscirci, quelle, hanno dovuto liberarsi,

preventiva-mente, d’ogni limitante conoscenza,

riguardante le stelle e la relativa scienza …

decidendo, contemporanea-mente, d’iniziare a sperimentare

il coraggio e lo spirito d’avventura …

che consente d’ammettere, a chi s’è appena risvegliato,

senza più alcuna paura,

la propria vulnerabilità di fronte al mistero dell’esistenza …

 

Costoro hanno pure ritrovato, incredibilmente,

la capacità di valutare la loro mente

per quello che è effettiva-mente,

piccola ed innocente,

di fronte alla vastità del trascendente …

 

Quelli erano gli istanti in cui la tenerezza

faceva loro provare la sensazione

d’essere immensamente amate …

(è la naturale conseguenza dell’osservare la bellezza),

ed è così che riuscivano a provare l’infinita riconoscenza …

nei confronti di Chi … MAI

le aveva davvero abbandonate!

UN TEMPO

 

Sembra incredibile eppure c’è stato vera-mente, sulla Terra,

un tempo in cui la gente è stata prigioniera dell’oscurità

qualcuno ha attribuito la colpa a certe persone

che si dichiaravano conoscitrici d’una presunta verità,

in virtù della quale pensavano di poter sfruttare l’umanità …

 

Tanta fu la loro insistenza (ci provano tuttora …),

che per un po’ riuscirono (non si sa come sia stato)

a condurre i loro simili verso un basso livello di coscienza,

arrivando, addirittura, a far loro credere, attraverso la religione,

d’essere confinati in un destino di morte e peccato …

la cui possibilità di remissione

era legata ad un ipotetico Paradiso

posto in un’altra dimensione, lontana dal qui e ora …

 

Il mio compito, allora, semplice-mente,

fu quello di provare a risvegliare ogni mente incosciente

con cui venni a contatto, anche solo virtualmente,

per provocare in essa un innocente cambiamento

che facesse scomparire il grigiore in cui era caduta

come la nebbia che si dirada

grazie all’azione congiunta di Sole e vento …

 

Grazie, quindi, per aver accettato d’aiutarmi,

poiché IO non sono altro che UNO

dei tanti emissari della universale felicità

che ogni tanto scelgono di tornare nel pianeta della dualità

per ricordare, a chi l’avesse dimenticato,

che il cuore dispone d’un meraviglioso sorriso

capace di scacciare la noia e far ri-nascere la gioia interiore,

mentre accoglie il talento all’Anima

che improvvisamente ritrova lo stupore …

MUOVERSI

 

Muoversi, camminare,

fino ad arrivare a stancarsi, è assolutamente normale,

come pure, poi, aver voglia di riposare …

 

Ma quando tornano le energie

ed è passato l’eventuale dolore,

di nuovo si sente la necessità di proseguire,

riprendere a fare i conti con la parte interiore …

giungendo a realizzare che l’esistenza

diviene più comprensibile

man mano che s’innalza la coscienza …

 

Cosa che accade, più facilmente, quando si va oltre

l’illusione e la resistenza

(normalmente causate dall’egoità …),

facendo ciascuno la propria esperienza

di quella che viene chiamata verità …

 

Quello è il momento, probabilmente,

in cui inizia a dissolversi la nebbia della mente

(il pensiero ristagnante)

 ed istantaneamente si ha un senso di lucidità

che consente d’affrontare, senza paura, la realtà …

 

Quindi … acquisita la Cristica Coscienza

(l’Amore incondizionato),

anche detta “Attivazione del Corpo di Luce” (illuminazione)

cioè, sostanzialmente, il Risveglio dell’Anima (resurrezione)

che avendo superato il baratro dell’inconsapevole emozione

si libera definitivamente della schiavitù

ed è pronta a volare per andare sempre un po’ più su …

TRA CIELO E TERRA

 

la Vita?

Non so per “te”, ma per ME …

che ho occhi esclusivamente per la bellezza,

è un lungo viaggio per arricchire la consapevolezza …

 

L’ho compreso quando, improvvisamente,

raggiunta una nuova dimensione di coscienza,

ho perso ogni punto di riferimento,

ed ho dovuto riprogrammare la mente

per adattarmi a vivere nel presente …

 

In quel momento ho iniziato a rendermi conto

che non esisteva la sola realtà della materia,

della vita quotidiana fatta di piccole cose,

e che avevo ignorato una parte sostanziale,

quella spirituale, inconsapevolmente confinata

dietro il vago concetto del bene e del male …

 

D’allora s’è aperta la porta

per il processo di integrazione dell’Anima

ed ho iniziato a vivere progressivamente,

sempre più frequentemente, nell’istante senza tempo …

(il qui e ora … come lo definisce tanta gente …)

 

Ora, più volte l’ho detto,

non do più importanza al futuro ed al passato,

poiché un respiro antico, interiormente, s’è attivato (l’Amore)

lo avverto, nitidamente, al centro del petto (il cuore) …

 

Pian piano sto provando a non opporre più alcuna resistenza,

per poter facilitare al massimo l’accrescimento della mia coscienza …

ed anche se l’umanità percepisce questo mio modo di fare

come una minaccia all’individualità …

 

IO Sono convinto che la fine dell’egoità,

(la morte dell’ego)

sia il fattore che provoca la ri-nascita interiore

in un’altra dimensione di coscienza

ove ciascuno scopre una diversa verità

che contribuisce ad arricchire l’esistenza …

 

<<E cosa accadrebbe là …?>>

 

Niente, apparentemente,

ma il cuore si risveglia, istantaneamente,

alle sue effettive potenzialità,

ed inizia a fungere da ago della bilancia

tra le due componenti della polarità

 

Cielo e Terra,

finalmente in equilibrio,

in una “nuovissima” realtà …

 

È NATA!

 

L’avete sentita anche voi?

È una notizia bomba!

Una potente deflagrazione,

che ha fatto tremare tutta la Terra …

 

No, non alludo all’elezione,

negli USA, del nuovo presidente,

in cui tanta gente, chiara-mente,

ripone la speranza per la soluzione

a tutti i problemi del mondo,

incluso quello di metter fine ad ogni guerra …

 

Mi riferisco alla mistica unione

tra archeologia ed astronomia

dalla cui fusione è nata una nuova stella,

splendente, meravigliosamente bella,

battezzata col nome diArcheoastronomia

 

Pare essere una nuova filosofia

che IO ho deciso di sponsorizzare

per mezzo della mia semplice poesia

 

Secondo tale “nuovissimo” movimento culturale

(il cui scopo, probabilmente,

è accompagnare tutti al di là del bene e del male),

inevitabilmente, in un sol momento,

la mente pronta al cambiamento

potrà approdare al trascendente …

 

Lo so, non mi credi, ma puoi accertarlo anche TU,

sembra che ogni religione sarebbe figlia della mitologia,

o, se preferisci, del significato che gente d’antiche tribù …

ha dato alle stelle … che da sempre stanno lassù …

 

<<Ok, ho capito, però, abbi pazienza,

come mai se ne parla solo ora?

Chi deteneva tale conoscenza?>>

 

Non lo so … però, probabilmente,

per evitare alla gente un’inutile sofferenza,

che avrebbe potuto provare

nel dover abbandonare ogni credenza …

è stata tenuta nascosta … nell’attesa …

d’un incredibile salto di coscienza,

che consentisse a chiunque

d’uscire dalla propria ignoranza …

 

Quindi a loro va la nostra riconoscenza

 

LA SCIENZA

 … <<L’ Archeastronomia è una disciplina giovane in quanto solo intorno al XVI e XVII secolo alcuni studiosi incominciarono ad intravedere l’ esistenza di possibili collegamenti astronomici nei monumenti quali quelli megalitici sparsi per tutta l’Europa piuttosto che nelle piramidi egizie o in altre costruzioni antiche. Uno dei maggiori studiosi fu Sir Norman Lockyer, che intorno alla metà del XIX secolo, portò a termine delle ricerche sulle piramidi egiziane e sui monumenti megalitici europei proponendone la loro orientazione astronomica e pubblicando nel 1898 il suo libro dal titolo “The Dawn of Astronomy”. Sir Norman Lockyer fu praticamente il primo studioso che affrontò il problema mediante strumenti matematici e non solamente utilizzando mezzi puramente filologici. Gli studi conobbero un nuovo sviluppo negli anni intorno al 1960 durante i quali personaggi quali gli inglesi Michael Hoskin e Alexander Thom e l’americano Gerald Hawkins e altri diedero nuova vita a questa disciplina con il supporto di nuove scoperte archeologiche e di nuovi metodi di indagine. Questo portò al riconoscimento ufficiale dell’Archeoastronomia e alla legittimazione delle teorie sull’esistenza di una cultura astronomica presso le civiltà fin dall’epoca neolitica ed eneolitica.>> …

 

Fonte: http://www.antiqui.it/archeoastronomia/introduzione.htm

DOMANDA

 

Viviamo frettolosamente,

senza riuscire a godere pienamente

della bellezza che si cela nel mondo

di chi ha imparato a vivere

stabilmente nel presente,

quell’attimo d’eternità

che sfugge continuamente all’odierna civiltà

confusa dal dogma d’una superata verità

cieca-mente accettata dalla società …

 

Trascuriamo, addirittura,

probabilmente a causa della paura,

di porci la domanda

che riguarda la nostra esistenza …

come se in questo modo

potessimo continuare a sottovalutare

l’onnipresente Essenza …

 

Non ci rendiamo conto,

poiché dormiamo profondamente,

che ci siamo resi succubi, inconsapevolmente,

d’una statica speranza

che però nulla può

contro la profonda ignoranza …

 

Per fortuna c’è, tra NOI,

chi, vivendo nell’adesso,

ha scelto di guardare serenamente al POI,

ed è grazie a quella genteche la coscienza,

con leggeri passi di danza,

impercettibilmente, avanza …

 

STELLE

 

Il cielo stellato?

Da sempre, l’uomo,

tanto del suo tempo

gli ha dedicato …

 

Poiché la notte è lunga

soprattutto quando, in inverno,

il Sole entra nel Capricorno

e, finalmente, arriva il giorno

in cui s’apre la porta degli Dei

 

Solo allora, probabilmente,

anche TU … potrai scoprire chi Sei

e così parlerai, poi, a coloro i quali

nulla sanno … di quella meravigliosa festa

che ancora appare, nella loro testa,

come una temibile tempesta …

(Ringrazio Annalisa Ronchi, autrice dei testi che mi hanno ispirato, pubblicati nel sito: http://planet.racine.ra.it/testi/indtesti.htm)

 

 

COME NASCE UNA STELLA?

… <<Lo scenario per la formazione delle stelle si è molto evoluto da quella prima audace idea di Kant. Tuttavia quel lungo cammino, intrapreso con la massima fiducia nella ragione umana, e con la stessa fiducia proseguito per altri due secoli, non è stato ancora completato. Il miglioramento delle tecnologie di osservazione e di calcolo ha di certo permesso di penetrare la coltre delle nubi cosmiche scoprendone alcuni segreti; d’altra parte, però, ogni nuovo stadio di un processo di conoscenza porta con sé nuovi problemi, nuove questioni che talvolta mettono in crisi certezze consolidate. Nessuno sa in realtà se tutti i problemi che la scienza della natura si pone verranno completamente risolti o se il loro riprodursi continuerà quanto l’evoluzione della civiltà umana, ma forse è inutile discutere di questo. Forse ciò che rende la scienza del cielo affascinante, oltre al suo meraviglioso oggetto, è proprio il suo essere ricerca continua dell’uomo priva di limiti e di dogmi indiscutibili, come un gioco eterno e così appassionante da coinvolgere i giocatori al punto da far dimenticare loro il suo grande scopo ed il suo profondo significato.>> … (Oriano spazzoli)

CURIOSITÀ

 

Tutto è superato,

e ne sono confortato,

dato che l’umanità,

è alla costante ricerca

di qualcosa di più elevato

che possa soddisfare

la sua insaziabile curiosità …

 

Il piacere?

Ormai per ME

(e forse anche per TE …)

è più simile ad un gioco,

qualcosa che come un buon caffè

deve essere gustato poco a poco …

 

Altrimenti non è possibile

assaporarne la fragranza

che, insieme al profumo,

ne costituiscono la naturale Essenza …

 

Quindi, adesso,

che m’hai concesso,

finalmente,

d’entrare nel tuo mondo interiore

(estremamente affascinante …)

lasciami fare,

mentre godo, gradualmente,

della meraviglia e dello stupore

che si cela oltre …

… l’inevitabile dolore …

FOLGORATO

 

Sì, è vero, ho appena iniziato …

eppure … riuscire a leggerti dentro

m’ha talmente affascinato

che da subito son rimasto folgorato …

dall’intensa Luce

che emanano le tue magiche parole …

 

Un’altra cosa, m’ha pure meravigliato,

il fatto che tu abbia deciso

d’aprirmi la porta del tuo cuore

da cui IO Sono entrato, istantaneamente,

rimanendo estasiato

dall’indescrivibile stupore che ho provato …

 

Ciò che ho trovato, probabilmente,

è ciò che tutti cercano, assiduamente,

per sconfiggere il loro immenso dolore …

 

Mai avrei potuto pensare

che dietro la maschera della sofferenza

si potesse celare una tale lungimiranza …

 

Ciò che ho sperimentato è al di là

d’ogni immaginabile realtà,

raggiungibile grazie alla splendida verità …

 

Ti sono grato, per avermela rivelata,

poiché ora so, finalmente, vera-mente, chi Sei

e nessuno potrà più confondermi, neppure la religione

poiché in quella dimensione, NOI Siamo simili agli dei