L’ATTESA …

Mi stai ancora aspettando?

Fallo pure, è una tua libera scelta, dato che sai …

avendolo studiato approfondita-mente,

che tornerò … sicura-mente …

anche se a nessuno ho mai detto quando …

 

Sì, va bene così,

se è l’attesa di ME (il tuo vero Sé)

che ti procura sollievo, serenità,

mentre, affannosamente, affronti la realtà …

poiché “Lei” è l’unica

in grado di condurti alla tua verità …

 

Perciò stai pure seduta, cara Anima,

dentro la tua stanza,

nella speranza che comunque t’illuminerai …

anche se già sai … che non accadrà mai!

 

Ascoltami, ora, attenta-mente,

quando il tuo ego sarà completamente assente,

solo allora, probabilmente, in un solo istante,

la tua realizzazione

(rinascita, ascensione, resurrezione)

potrà accadere vera-mente …

… DELL’AMATO

… “Rimani seduta qui, ma fallo in modo che il tuo ‘io’ non sia presente; tutto ciò che serve è questo silenzio … in cui il tuo ego scompare. Così Si crea un’attesa priva di sforzo, senza desideri, libera da qualsiasi aspirazione: un semplice essere qui … Ma è difficile, lo so, sei sempre stata piena di desiderio, così ambiziosa, così agitata; non hai permesso che dentro di te emergesse quella piccola voce silente, perché il frastuono dei tuoi desideri è troppo forte. La tua mente blatera di continuo: parla di denaro, di meditazione, di politica, di religione … o di qualsiasi altra cosa; magari si mette a pensare all’illuminazione, a cosa significhi, a come ottenerla … e continui a mancare la meta! Per favore, non diventare una fanatica dell’illuminazione: rilassati, poiché il tuo Amato (il tuo dio, la vita stessa) è sempre presente! È qui, dentro di ME, dentro di TE, ovunque.

L’Amato è sempre qui:

È il respiro che senti nel cuore, il suo palpito;

è il colore che tinge gli alberi di verde ed i fiori di rosso;

sta nelle onde dell’oceano e nelle stelle che brillano di notte;

è il silenzio dell’Oscurità e la gioia che emana dalla Luce …

Ma tu devi esserti costruita una qualche idea del divino:

se continui a cercare quell’idea, non lo troverai mai

e continuerai ad aspettare invano.

Abbandona quell’idea,

e scoprirai che Lui si trova proprio qui:

ma la tua idea ti sbarra il cammino.

Non pensare a dio come ad una persona seduta su un trono dorato da qualche parte; visualizzalo in una farfalla o in una liana, nei fiumi e nelle montagne; pensa a dio come l’essenza di ogni manifestazione: immaginalo come il mondo, come l’intero Universo! Dio si è trasformato nel mondo! Le tue scritture affermano che ha creato il mondo; IO invece ti dico che ‘È diventato il mondo’: non si trova da nessun’altra parte ed in ogni sua manifestazione. Per favore, esci dall’illusione, non rimanere in attesa dell’Amato/a … ma è ciò che hanno fatto miliardi di persone … aspettandolo per migliaia di anni, con grande nostalgia e passione … La loro attesa, comunque, non è stata inutile: non sono certo arrivate a conoscere il divino, ma attendere le ha aiutate a diventare più vigili. Il giudaismo, in particolare, ha fatto dell’attesa un metodo per raggiungere la consapevolezza; si tratta del corrispettivo ebraico della Vipassana. Ma ricorda che l’attesa non riguarda il divino: non esiste alcun dio che debba arrivare! L’attesa è solo uno strumento, perché mentre aspetti diventi più vigile, è normale, è naturale, come quando aspetti l’amante. Ognuna di loro è diventata così vigile e consapevole che, se un giorno dovesse arrivare il messia e dicesse: ‘Tu Sei migliore delle altre’, quella risponderebbe: ‘In questo caso, signore, voi non siete il vero messia, perché ormai ho realizzato che non esistono né peggiori, né migliori né superiori né inferiori, Tutto è Un’unica cosa! Non ci sono né persone da redimere né redentori’. Quindi, se vuoi, arrenditi pure a ME, il tuo vero Maestro … poiché IO Sono un espediente che t’insegna ad arrenderti e da cui apprendere la gioia e la bellezza dell’abbandono. Ricordalo, IO Sono solo una scusa, tu non riesci ad arrenderti all’esistenza, ed allora ti arrendi a MEalla tua meravigliosa coscienza.” …

(Fonte: Osho “Ritorno al presente”. © 2014 De Agostini Novara. Pag. 182-194, stralcio)

 

Annunci

2 thoughts on “L’ATTESA …

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...