UN’AVVENTURA

 

Ho letto e riporto,

poiché ritengo sia tutt’altro che banale,

che il cammino dell’uomo

sarebbe un’avventura spirituale …

 

Certo, per affrontarla ci vuole coraggio

ma non è una cosa eccezionale,

dato che accade così anche per qualsiasi altro viaggio …

 

La ricerca della perfezione

passerebbe per l’abbandono d’ogni tradizione …

che è andata bene, sicuramente, nel passato

ma che è ora limitante per chi volesse immaginare

un futuro ancor più splendente …

 

Cosa, questa, che avviene naturalmente,

se si agisce nell’eterno presente,

l’unico istante in cui è possibile scrutare il trascendente,

andando oltre il dogmatismo che imprigiona tanta gente

convinta, probabilmente,

che si possa andare oltre il concetto di bene e male,

ove sarebbe possibile raggiungere la libertà individuale …

 

Potrà provare, superando la paura,

chiunque volesse ampliare la propria consapevolezza

che, badate bene, non è cultura

ma ritorno all’originaria purezza …

 

 

Per riuscirci occorre, però,

assumersi la responsabilità,

nel mettere da parte la falsa identità (l’io)

che ancora costringe l’umanità

nell’identificazione con questa o quella istituzione …

 

Abbandonata tal superata realtà,

ci si potrà quindi dedicare, serena-mente,

 alla conoscenza del vero Sé (d-IO)

che consentirà di scorgere la vera spiritualità,

celata dal velo dei pensieri della inconsapevole mente …

 

Tutto questo, ovvia-mente,

avverrà, semplice-mente, in chi ha già interiorizzato

che nessuna fonte esterna (maestri o testi sacri)

può essere più d’una parziale espressione della totalità

per quanto grande possa essere la sua autorità …

 

Lasciar emergere la propria Anima,

senza opporle resistenza,

mentre si continua a fare esperienza dell’esistenza,

è probabilmente l’unica modalità

che potrebbe assicurare la ri-scoperta

della vera divinità …

 

Lei

che è sempre stata a metà

tra i due opposti della dualità …

 

Annunci

2 thoughts on “UN’AVVENTURA

  1. Sai cosa ho letto, recente-mente,
    di ritorno dal mio ultimo, lungo, viaggio?

    “Non siamo persone ma viaggiatori del tempo.
    Non esiste il tempo lineare,
    il tempo è radiale e si muove in spirale.
    Non esistono le parole
    ma i numeri quali condensato di un messaggio.” …

    Un vero …
    http://serpente-piumato.blogspot.it/2017/03/mistero.html
    che non riuscirà a risolvere, probabilmente,
    la gente che cerca se stessa inconsapevolmente,
    affidandosi alle parole d’un presunto saggio …
    🙂

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...