VERGINE

 

Care Anime, avete un istante?

Vorrei interrogare la vostra coscienza

sul perché ad un fatto, estrema-mente importante,

non viene data la giusta risonanza …

 

Il 22 agosto è la ricorrenza

della “Beata Vergine Maria”,

una figura tanto cara a sua eminenza

che in Lei ha riposto la speranza

d’UNA chiesa più equilibrata …

 

Essa cade … non c’è niente d’eccezionale,

probabilmente solo per una fortuita coincidenza (?!),

in concomitanza con l’entrata del Sole (il 23 agosto)

nell’omonimo segno zodiacale …

(nome già usato in precedenza per una costellazione)

 

Non posso farci niente,

la mia “fervente” mente è sempre alla ricerca d’altre verità

ed è perciò arrivata a pensare che la religione

potrebbe, da Lei, aver tratto ispirazione …

per allietare, nelle smarrite pecorelle, la triste realtà …

 

ILLIBATA?

… “La Vergine nel suo significato etimologico originario, non è collegata alla purezza, alla castità e biologicamente dipendente dallo stato di integrità dell’imene: la “virgo” latina infatti era la donna autonoma, libera e autosufficiente, semplicemente non sposata. Per la fanciulla illibata si usava un altro termine, “virgo intacta”. “Vir“e “virgo” sono quindi le due forme maschile e femminile dell’adulto libero, forte, autonomo, indipendente economicamente, e la “verginità” è il corrispettivo femminile della “virilità”. Le dee madri quindi, considerate “vergini”, vanno intese invece in tutta la loro libertà sessuale, nella pienezza della loro forza ed uguaglianza rispetto al maschile.” …

(Fonte: http://www.astrologiarchetipica.it/segno/vergine)

Annunci

7 thoughts on “VERGINE

  1. Aspetta un momento,
    va bene la favola della vergine …
    ma riguardo alla donna
    ed al giusto/sbagliato comportamento,
    eviterei di dare nuovi modelli di riferimento …

    Meglio, probabilmente,
    se ogni anima, consapevolmente,
    esprime se stessa, liberamente …
    https://dany90dinozzo.wordpress.com/?s=libera

    Al di là di quello che, ancora,
    s’ostina a suggerire certa gente …
    http://serpente-piumato.blogspot.it/2017/07/al-di-la.html

    Liked by 1 persona

  2. Per manifestarVi il mio immenso affetto,
    uso la seguente, commovente, testimonianza
    che in ogni cuore non mancherà di seminar speranza:

    … “Ci sono spiriti che traboccano amore e verità
    e che camminano per il mondo lasciando solchi di disarmante profondità.

    Rari gioielli di emozioni sconosciute ai più. Spiriti che donano tutto se stessi per amore dei fratelli che hanno di fronte. Spiriti che ti rimandano a lontani ricordi conservati negli animi e scolpiti nella memoria. Una memoria lontana che ti riporta fino all’indeterminatezza degli spazi cosmici, ai tempi in cui eravamo solo un’idea della Mente Onnicreante, di Colui che dagli ammassi galattici ci donava poco a poco coscienza della nostra individualità fino a consentirci di essere qui in questo momento e dire IO SONO. Io sono nel vento, io sono una donna, io sono uno spirito che si riconosce nello spirito del fratello che ho davanti e che nello stesso tempo si fonde nel tutto ed in ogni manifestazione dell’assoluto che permea tutto ciò che ci circonda.

    Quando incontro questi Spiriti sconfinati prendo coscienza che il Padre mi ha benedetto concedendomi momenti di Grazia che sembrano dilatare il tempo e racchiudermi in una bolla incantata fatta di incontri, sguardi, profumi, lacrime, emozioni, ricordi, abbracci, sussurri e carezze che so che saranno per me sempre momenti di incontenibile sublimità da conservare nel cuore.

    Incontrare gli eterni Mutanti che hanno istruito, amato ed educato alle Sacre Leggi dello Spirito le nostre anime nel corso del tempo, mi riempie di gioia e gratitudine. Mi fa assaporare cosmiche ebrezze e vibrare all’unisono con la parte migliore di me. È come se per un istante ci fosse completa convergenza tra spirito, anima e corpo. È come se la nostra umana natura lasciasse posto alla nostra reale identità per assaporare la libertà e la leggerezza che permea mondi lontanissimi eppure amici. Mondi in cui tutto è in sintonia con le leggi del creato, in cui tutto è un’emanazione cosciente di cause giuste e conformi agli insegnamenti di Cristo.

    Capisco che tutto quello che vivo è un grande dono. Un dono che mi ha concesso la Madre Santissima Miriam che con il Suo amore indirizza i passi del suo piccolo gregge sparso per il mondo e guida i messaggeri di suo figlio il Cristo.
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2017/08/23/un-cercatore/#comment-777

    É attraverso la conoscenza di questi antichi vegliardi che, oggi come allora, i nostri spiriti bambini e pieni di desiderio di amore e conoscenza possono accedere all’amore di Cristo.” …

    (Di Francesca Panfili, estratto da: http://www.giorgiobongiovanni.it/messaggi-celesti/2017/7349-ma-siamo-solo-servi-dei-servi-di-dio.html)

    Mi piace

  3. Antiche divinità?
    Ecco un’altra “Verità” …

    “Tra i tanti nomi femminili della divinità metto al primo posto Asherah, un nome di sette lettere che racchiude un intero alfabeto di conoscenza suprema. Era conosciuta anche come la Grande Madre della mitologia semitica,
    http://www.giardinodellefate.cloud/grande-madre-dea-madre/
    generalmente considerata del tutto coincidente con la dea ugaritica Athirat. Era anche nota come Ishtar e Astarte. Era una divinità molto potente e celebrata in molte culture, dai Fenici ai Babilonesi, e le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Le sue tracce si possono trovare in testi ugaritici risalenti a un periodo precedente al 1200 a.C., testi che la chiamano con il suo nome completo: “Colei che cammina sul mare”.
    Una Madonna o una Maddalena di dodici secoli prima?
    Nella Bibbia ci sono molte citazioni di una “Regina del cielo” che potrebbe essere Asherah ma che le varie traduzioni (e cancellazioni) hanno occultato.” …
    (Fonte: http://www.nexusedizioni.it/it/CT/la-dea-dimenticata-5208)

    Mi piace

  4. Voi scherzate … ed IO Vi perdono,
    poiché non sapete … evidentemente,
    che della vergine, in Italia, abbiamo la casa natia …
    lascio qui l’indirizzo, per chi stesse ancora cercando la via …

    … “E arriviamo al nome “Angeli”. Gli scavi nella Santa Casa hanno rivelato altre sorprese: nella fascia di sottomurazione sono state rinvenute alcune monete, fra cui due di eccezionale interesse: esse si riferiscono a Guy de la Roche, duca di Atene, il quale governò Gerusalemme dal 1287 al 1308 ed era figlio di Elena Angeli, imparentata con i despoti dell’Epiro e gli imperatori di Costantinopoli. Elena governò il ducato al posto del figlio minorenne dal 1287 al 1294, esattamente il periodo in cui si colloca la traslazione della Santa Casa (1291-1294). Secondo documenti letti all’inizio di questo secolo negli archivi vaticani, fu appunto la famiglia Angeli a provvedere al suo trasporto da Nazareth a Loreto, dove aveva possedimenti. Si tratti di questi Angeli oppure di monaci (“angeli” essi erano chiamati talvolta in Terra Santa), ad un certo momento gli angeli della terra sarebbero diventati angeli del cielo: un passo non poi così lungo, date le risorse della fantasia popolare.” …
    (Fonte: https://www.cittanuova.it/la-casa-del-si/)

    Ma, ovvia-mente, non manca un’altra interpretazione
    totalmente differente, rispetto alla precedente …

    … “La Madonna Nera di Loreto ha un riferimento che riconduce anche al mito del santo Graal, il sacro contenitore simbolo di perfezione interiore e di Sapienza. La ricerca del Graal era l’ideale del cavaliere Templare …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/graal/
    A quell’epoca, le strade pullulavano di uomini in cammino: mercanti, pellegrini, predicatori e cavalieri erranti. Nel viaggio verso la Terrasanta, i pellegrini provenienti dal nord, alzando gli occhi al cielo vedevano la Costellazione della Vergine: era questa la direzione di Gerusalemme. Lungo il percorso, in molte cattedrali legate ai Templari, come a Notre Dame di Chartres, era tracciato un labirinto che i fedeli percorrevano in ginocchio fino al centro per simboleggiare il faticoso viaggio che portava alla rinascita spirituale. La meta era anche il premio: la Gerusalemme celeste, il Graal. A Loreto, secondo un’antica tradizione, i pellegrini percorrono in ginocchio il perimetro della Santa Casa e, sorprendentemente, nella litania di Loreto la Vergine Maria viene descritta come “vaso spirituale, vaso dell’onore, vaso unico di devozione”: nel grembo della Madonna, infatti, si era manifestato Dio.” …
    http://www.sandrobassetti.it/Templari/loreto.htm

    Poi, se lo desiderate, potete continuare a cercare …
    ne troverete altre, sicura-mente …
    che non mancheranno di provocare stupore.
    Firmato …
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2017/08/23/un-cercatore/

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...