SOLE-NNITÀ

La quasi, precisa, concomitanza tra

solstizio e plenilunio d’inverno

sarebbe stata, nell’antichità,

una “casualità” …

celebrata con adorante “sole-nnità” …

Divino!

… “In quella magica notte

un vecchio Sole si sacrifica, spegnendosi,

mentre, dal grembo notturno di Madre Terra

nasce un nuovo Sole bambino.” …

(Fonte: http://www.ilcerchiodellaluna.it/central_Luna_Dic.htm)

Le due divinità (Sole e Luna),

Re e regina del rispettivo regno,

(Luce ed oscurità)

se ne stanno lassù, beata-mente,

ignare d’Essere osservate attenta-mente dall’umanità,

mentre danzano, gioiosamente, 

rincorrendosi per l’eternità …

Accade, sporadicamente, incredibilmente,

che quelle riescano a toccarsi,

dapprima teneramente, timidamente,

per poi unirsi in un abbraccio appassionante 

che, ovvia-mente, dura solo un istante …

poi tutto torna alla normalità,

poiché, ora si sa …

le “eclissi” sono un fatto naturale

che si manifesta con periodica ciclicità  …

(http://blog.visionaire.org/2010/12/plenilunio-eclissi-e-solstizio-dinverno/)

Ma, allora, l’ingenua umanità …

credeva … addirittura …

che quella fosse una “mistica unione”,

impregnata di sacralità,

che avrebbe portato prosperità …

e che potesse favorire, pure, la fertilità …

(http://www.blueplanetheart.it/2017/12/21-dicembre-mito-del-solstizio-dinverno/)

SLAOL

…”Da principio, diceva Sannas (un vecchio saggio), SLAOL (il Sole) e Lahanna (la Luna) erano folle-mente innamorati. Essi splendevano nell’alto dei cieli, costante-mente illuminati. Avevano girato intorno al mondo, ignari della loro importanza, l’uno sempre accanto all’altra, uniti in una interminabile, sacra, danza … Ma poi accadde che SLAOL scorse Garlanna (la dea Terra), figlia della sua compagna, e se ne innamorò perdutamente. Lahanna, a causa della sua gelosia, si staccò da lui, perdendo pure il proprio splendore … così, sul mondo scese l’oscurità, la sofferenza ed il dolore. Ma Garlanna, mostratasi leale nei confronti della madre, rifiutò d’unirsi alla “danza” di Slaol, e così il dio Sole s’adombró e su Garlanna (la terra) l’inverno calò.” …

(Fonte: Bernard Cornwell: “Stonehenge”, un romanzo strabiliante, avvincente, indimenticabile, palpitante … pag. 93)

2 risposte a "SOLE-NNITÀ"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...