FELICE INVERNO!

Probabilmente già sapevate,

essendo scritto negli annali,

che gli antichi romani

(persone sveglie, decisa-mente pronte)

in occasione del solstizio d’inverno 

celebravano “Giano Bifronte”,

custode delle chiavi delle porte solstiziali …

Notoria-mente, una festa preesistente,

nota già alle remote civiltà,

ognuna con la propria verità,

che una religione “recente” …

ha trasformato in solennità …

Poi, più avanti con gli anni,

per far posto al “Santo Natale”,

Giano, in modo assolutamente naturale,

è stato sostituito dai “due Giovanni” …

Sostanzialmente, inizialmente,

tale meravigliosa celebrazione

era riservata al “Nuovo Sole” …

il quale, sempre puntuale,

sulle ceneri del vecchio,

era ri-nascente …

Sol invictus

lo chiamava quell’antica gente …

inchinandosi con reverenza

non sapendo del suo ciclo eterno …

qualcosa di fenomenale,

che noi, oggi, semplice-mente,

accogliamo con la frase seguente:

Felice Inverno!

4 risposte a "FELICE INVERNO!"

  1. Eccome!
    Mi ha anche fatto notare la concomitanza,
    della data odierna, con quella in cui iniziava l’antica danza:
    “Nell’antica Roma dal 17 al 23 Dicembre si festeggiavano i Saturnali, i giorni dedicati a Saturno, in cui si riviveva quella mitica Età dell’Oro dell’umanità, in cui –sotto il governo proprio di Saturno (legge, ordine, struttura)- tutti gli uomini erano uguali, non dovevano lavorare o faticare, ma in armonia con la natura e tra di loro, potevano dedicarsi alle arti e all’amore. Questa feste precedeva la festa del Dies Natalis Solis Invicti, il 25 Dicembre, che corrispondeva al momento in cui, dopo i tre giorni di stasi (sol-stizio, “sole fermo”) nel punto più basso dell’orizzonte, il Sole riprendeva forza, energia e vita, tornando a risalire. Il “nostro” Natale mette assieme i Saturnali, il Sol Invictus e anche i Sigillaria (festa dedicata ai bambini, e caratterizzata dallo scambio di doni), e si festeggia nella stagione del Capricorno, che contiene in sé quindi anche un significato profondo di successo, abbondanza e ricchezza.” ..
    (Fonte: https://www.astrologiarchetipica.it/segno/capricorno)

    "Mi piace"

    1. La stagione invernale inizia nel segno del Capricorno
      periodo che, lo sai anche TU,
      coincide con la natalità di tantissime divinità …
      https://astronascenteblog.wordpress.com/?s=divinit%C3%A0
      tra cui, per ultimo, Gesù …
      https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2018/03/19/tanti-gesu/

      “Angelo Brelich nel suo studio sulla tradizione romana colloca l’immagine di Janus tra le “centrali di tutto il sistema politeistico romano” (crf Angelo Breilich , “Tre variazioni romane sul tema delle origini”, Edizioni dell’Ateneo, Roma 1976) e crediamo non vi siano dubbi al riguardo infatti non solo Giano ha dato il suo nome al mese di gennaio (januarius) che è il primo dell’anno – quello che apre un anno nuovo, un nuovo periodo – ma la sua divinità era legata sia al solstizio d’inverno che a quello d’estate: la sua festività infatti veniva celebrata dai Collegia Fabrorum nei periodi solstiziali.

      Le chiavi di Giano pertanto hanno un significato evidente: queste sono chiavi solstiziali che danno accesso alle due metà, una ascendente ed una discendente, del ciclo zodiacale.”

      (Fonte: https://dagobertobellucci.wordpress.com/2017/02/08/giano-bifronte-archetipo-divino-romano-della-tradizione-iperborea/)

      "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...