GENESI

 —

La caduta dal paradiso?

Ti risponderò, come al solito, con un sorriso …

poiché, per ME, è davvero semplice, “la verità” …

dopo che ho letto una sintetica introduzione

sui “due” racconti della creazione

che precedono la nostra realtà …

per arrivare ad una soluzione

che stupirà l’ingenua umanità:

 

L’essersi lasciati ingannare ha significato,

per Adamo ed Eva (adam e issah),

la coppia originaria,

(prima espressione della dualità …),

perdere la propria dignità!” …

 

So che non mi credi, eppure è scritto … qua!

 

“Spiritualmente la Luna è uguale al Sole: i due principi si oppongono come due poli e forze del tutto uguali ed equivalenti. La versione esoterica ci dice appunto di questa originaria fusione Sole e Luna, convalidata dalla Genesi biblica. Sopraggiunta la grande catastrofe cosmica, la Luna si scinde dal Sole (“E Dio separò la luce dalle tenebre… e pose i luminari maggiori in cielo …”) e si definisce nel suo isolato dominio notturno dando inizio così a quella che viene chiamata l’Involuzione Cosmica, prima fase della Caduta. L’analogia si ripercuote sull’Uomo Cosmico (o Uomo Naturale), dove il Maschile-Sole si scinde dal Femminile-Luna in un fronteggiarsi di Luce-Tenebra, Giorno-Notte, opposto e complementare. È il drammatico evento della scissione dell’individuo unitario: dal primo Adamo fu tolta e distinta la prima donna, Eva. Dal maschile fu tolta una parte che fu poi femminile. Per questi motivi d’indubbia origine biblica, c’è stato un periodo in cui la Luna ebbe un ruolo maschile e il Sole un ruolo femminile.”

(Fonte: http://www.storiamito.it/luna_lilith.asp)

LA PRIMA DONNA

C’è chi afferma che non fu Eva la prima donna,

prima di Lei sarebbe stata creata “Lilith”,

sulla quale ho trovato la seguente, sorprendente, domanda:

“Lilith è veramente l’altra faccia della Luna invisibile all’occhio umano, per cui si è creato il mito del volto inconoscibile, la Femmina Proibita? Oppure Lilith è l’assenza della Luna dal cielo (astronomicamente parlando: la fase di novilunio, le notti illuni), per cui tutto il cielo è oscuro e sulla terra le tenebre sono ancor più fitte?”

La risposta?

IO l’ho trovata, probabilmente,

ma non mi sembra adatta a certa gente,

poiché, apparente-mente, è davvero tosta:

“Lilith è la sessualità priva di freni e remore, l’altra faccia del femminile dolce e protettivo, così come essa è l’altra faccia di Dio, come vuole il mito biblico: drammaticamente Lilith è una creaturalità che si ribella al Dio patriarcale e lo combatte sul piano di un confronto paritario. Questo ci richiama a tutto un discorso sulla dicotomia fra l’anima e il corpo, fra lo spirito e i sensi. Lilith è inseparabile dalla Luna, così come la sessualità è inseparabile, quale istintuale, dai valori dell’anima. La valenza erotica nera di Lilith deve essere assunta come un’espressione essenziale dell’intera psiche.”

(Fonte: https://www.storiamito.it/luna_lilith3.asp)

IL DESIDERIO DI “ADAMO”
“Adamo, se avesse potuto liberamente scegliere, avrebbe forse preferito sedurre l’intrigante, sensuale e spregiu­dicata Lilith, piuttosto che la remissiva Eva. Il desiderio di Adamo per Lilith è testimoniato da alcuni sa­cri testi dove si narra che Adamo, dopo essere stato cacciato dal Paradiso, avendo la consapevolezza di una vita non più eterna, la­sciò Eva preferendo la “carnalità” della seduttrice Lilith con la quale visse centotrent’anni di “dissolutezze”.

 

Ma di certo non mancano altre, fantasiose, interpretazioni …

che le menti ingenue tramutano in illusioni:

… “Quando un uomo e una donna consapevoli si incontrano non c’è spazio per le beghe tra Lilith e Adamo per chi deve stare sotto e chi deve stare sopra, né tentativi di de-responsabilizzazione su chi ha mangiato la mela e perché. Quando un uomo consapevole e una donna consapevole si incontrano non c’è mito che tenga ad ispirare la loro storia, perché loro sono IL MITO fondativo, ogni giorno spargono sensazione di unità tutt’intorno, ispirando accettazione e tolleranza ad ogni incedere. Con amore a tutti gli uomini e donne.” (Testo di Simona Vitale)

(Fonte: http://tanogabo.com/il-mito-perduto-di-lilith/)

 

Ma per chi volesse approfondire ulteriormente …

ecco altre “verità”, …

utili a confondere, se possibile, ancor di più,

l’umana, innocente, piccola, mente …

 

https://fantasmi-paranormale-misteri-ed-esoterismo.webnode.it/l/lilith-la-prima-donna/

https://www.astro.com/astrologia/in_lileros_i.htm

https://www.bigodino.it/mamma/la-vera-storia-di-lilith-la-prima-donna-di-adamo.html

https://lachiomadiberenice.forumfree.it/?t=64806140

 

ARCANO

 —

Lo sa, perfetta-mente,

chi, con uno sforzo estenuante,

ha scoperto come, piano piano,

sta per essere svelato il mistero, arcano,

secondo cui potrebbe fallire, addirittura,

pure il vaticano (?!)

Oberato dalla spesa, sempre crescente,

da destinare alla ristrutturazione

dell’ingente, fatiscente, patrimonio immobiliare …

 

Ovviamente, tra quella gente,

serpeggia, costantemente, la grande paura

di non poter più ricevere l’obolo

dal generoso stato italiano …

il quale, poveretto, proprio non ce la fa

a sopportare il peso della ricostruzione

del pericolante patrimonio culturale,

ripetutamente attaccato, nelle fondamenta,

dall’incessante sismicità

 

Intanto, contemporaneamente,

inevitabilmente, riscoperto l’incanto,

ci sarà chi inizierà a guardare lontano,

oltre ogni limite imposto dalla mente

che fino ad oggi ha creduto, ciecamente,

al bellissimo racconto delle innumerevoli divinità

che ciclicamente scendono dal cielo,

tra l’ingenua gente, per portare le loro verità …

 

Un po’ come fa il Sole, fin dall’alba dell’umanità,

il quale sorge (nasce) con l’aurora,

tramonta (muore) ad una certa ora

e poi torna (risorge) nuovamente,

probabilmente per l’eternità (?!)

TORNERÀ

L’esuberanza della Sua giovane bellezza

rafforza una mia certezza …

 

Qualcosa c’è …

dietro il disegno, d’assoluta grandezza,

realizzato da Chi tutto osserva,

compiaciuto, da lassù,

con compassione e tenerezza,

mentre noi quaggiù aspettiamo, fiduciosi,

una sua carezza …

 

Lo so, ne ho la consapevolezza,

poiché al mio interno …

ho trovato quel luogo,

situato tra paradiso ed inferno …

(che è l’equilibrio degli opposti)

grazie al quale, qui e ora,

perfetta-mente, discerno …

 

E mentre il solstizio d’estate

segna il trionfo della Luce sull’oscurità …

(con il giorno più lungo dell’anno

che pian piano ridurrà la sua luminosità,

con periodica ciclicità,

fino al successivo solstizio d’inverno),

già penso al senso che ha, per l’umanità,

il mitico giorno in cui Lui …

(il Sole, ovvia-mente)

dopo la notte più lunga …

(la sua morte, metaforica-mente …)

ri-nascerà … (?!)

tornerà … cioè, semplice-mente,

ad illuminare, progressiva-mente,

sempre più intensa-mente,

la nostra realtà …

LASSÙ

Quando, finalmente,

anche per Te,

giungerà quel fatidico giorno …

salperai per un viaggio fantastico

da cui non vorrai più fare ritorno …

 

Poiché, sicura-mente,

vorrai fermarti là, in quel luogo splendente,

ove incontrerai chi, come ME,

ha fatto, personalmente,

l’esperienza del trascendente …

 

Ovvia-mente,

chiunque lo desiderasse, ardentemente,

lassù … potrà raggiungerci facilmente,

l’importante è sapere che, per salire,

sulla “mito-logica imbarcazione” … 

ci si dovrà denudare, completa-mente,

e lasciare ogni bagaglio …

liberandosi di tutto, ma proprio tutto …

… iniziando dall’orgoglio!

 

La destinazione?

Non credo … sia importante …

poiché, sicura-mente,

la sorpresa è molto più emozionante!

 

Quindi che fai? Vieni anche Tu?

Oppure aspetti ancora, quaggiù,

continuando a sperare

di poter godere, piena-mente,

di questo magico istante,

comunemente chiamato presente?

 

Pensaci dai, non costa niente!

STORIELLE

Affascinante, almeno in apparenza …

singolare, sicuramente,

tanto da stimolare, sensibilmente,

l’innata curiosità dell’addormentata coscienza …

la notizia secondo cui, incredibilmente,

esisterebbe qualcuno che dice …

che la mitica storia d’amore tra Orfeo ed Euridice

(maschile e femminile che cercano, infaticabilmente,

purtroppo con scarsa fortuna, la mistica unione …

che, originaria-mente, riguardava quella “sacra” …

tra Sole e Luna)

sarebbe nata per lo stupore,

derivante dall’osservazione delle stelle …

e che quelle abbiano pure ispirato

tantissime altre storielle …

 

Da quelle … intelligente-mente …

dotte persone, avrebbero, addirittura,

ricavato più d’una religione …

servendosi della superstizione,

del peccato, della confessione e della paura,

per rendere più efficace la loro predicazione …

 

Così, probabilmente,

è stata ostacolata, temporanea-mente,

inconsapevolmente (?)

la crescita di tanta gente che, coraggiosa-mente,

avrebbe voluto, personalmente, beata-mente,

sperimentare l’avventura della miracolosa esistenza

che a chiunque consente,

mentre della realtà fa personalmente esperienza,

di raggiungere, in un solo istante,

la meravigliosa, favolosa, Unitaria, Essenza …

 —

TRIONFO DI LUCE

Questo Inno è per Te, grandissimo RE,

che, con la tua luce splendente,

illumini costantemente la nostra realtà …

 

TU lo sai che t’è grata ogni individualità,

per il calore di cui Le fai dono,

senza soluzione di continuità …

 

Anche la notte, quando Lei …

(la regina dell’oscurità),

testimonia la tua radiosa presenza

riflettendo la Tua Luce, con assoluta serenità

mentre, impavido, esplori … l’al di là …

(il luogo ignoto ove ti rechi alla fine …

… di ogni giorno …

abbandonando, temporaneamente, l’umanità …)

per poi fare ritorno … con una nuova aurora

(una miracolosa resurrezione …)

che sempre sorprende, fin d’allora, chi, come ME,

ha abbandonato ogni fantasiosa illusione,

su qualsiasi, ipotetica, verità …

 

Intanto …

mentre siamo riuniti, nel giorno del Tuo trionfo,

un pensiero va, liberamente, al declino

che alla massima luminosità, inevitabilmente, conseguirà …

 

Poiché è il tuo destino,

scritto, probabilmente, nel DNA,

di dover sottostare alla ciclicità

che ti consente, per un solo istante,

(in due occasioni)

di trovare l’equilibrio tra le due realtà

(luce ed oscurità …)

 —

CON LEI

Ce n’è voluta di pazienza …

ma essendomi risvegliato 

“Sono” … riuscito a capire

qual è il fine dell’esistenza …

Esso, semplice-mente,

consiste nel ri-trovare, ciascuno, la propria Essenza …

e poi, con Lei tornare… all’Unitaria Coscienza …

Prima, però, dobbiamo … togliere le maschere …

che inconsapevolmente (?) indossiamo …

in particolare una … 

quella in cui maggior-mente crediamo …

In essa, a tal punto ci identifichiamo …

da dimenticare, addirittura, chi siamo …

Per fortuna esistono la poesia e la canzone …

che, a volte, meglio della religione,

ci forniscono la soluzione …

Siamo figli delle stelle” …

perciò continuiamo, su quelle,

a raccontare tante storie belle  …

che ci accompagnano, illuminando l’oscurità,

nel lungo cammino verso la Verità …