COSTELLAZIONI

 

Incredibile ma vero,

Sono estasiato, ora non è più un mistero,

dopo che, personalmente, l’ho accertato,

osservando, minuziosa-mente, il cielo stellato

 

Due sono le costellazioni

che armoniosa-mente, da tempo immemore,

sono “osservate speciali”

dalle antiche e moderne popolazioni,

dedite ai pellegrinaggi, ai lunghi viaggi

ed alle avventurose navigazioni …

 

Mi riferisco ad Orione

ed il suo acerrimo nemico,

il temibile, mortifero, Scorpione

 —

Una lotta, la loro,

tendente ad ottenere la supremazia

(della volta celeste)

durante la profonda oscurità,

che, inevitabilmente, probabilmente,

andrà avanti per l’eternità …

 

Per questo sono tanto numerosi i racconti,

per lo più favolosi e mitologici,

(cui appare ancora interessata certa gente)

che su di esse ha prodotto l’umanità,

attraverso l’inconsapevole mente,

in alcuni casi, spacciandoli, addirittura,

per assolute verità …

 —

14 risposte a "COSTELLAZIONI"

      1. È Lui il mitico RE …
        che, con la sua Luce potente, splendente,
        indica la via a tutta la gente …
        (nessuno escluso, logicamente)
        https://astronascenteblog.wordpress.com/2019/06/11/trionfo-di-luce/

        Ma, in un remoto passato …
        https://astronascenteblog.wordpress.com/2016/11/29/un-tempo/
        c’e stato chi ha adorato l’oscurità,
        e perciò era la Luna la regina del cielo …
        https://astronascenteblog.wordpress.com/2019/09/27/regnanti/
        ornata dalle 13 costellazioni tra cui la più importante
        era l’Ofiuco, e con lui un famoso serpente …

        “Altro gruppo di costellazioni è quello composto dall’Ofiuco e dalla Testa e dalla Coda del Serpente; la raffigurazione caratteristica dell’Ofiuco è quella di un uomo che regge un enorme serpente, diviso in Testa e Coda nelle costellazioni. L’Ofiuco, oltre a essere stato un tempo il tredicesimo segno zodiacale (in un momento del mondo in cui il calendario era solo lunare e non luni-solare), dovrebbe rappresentare Asclepio nell’atto di scoprire l’erba miracolosa che lo rese il dio della guarigione.” …
        https://www.barlettanews.it/la-mitologia-e-le-stelle-mito-delle-costellazioni-tolemaiche-parte-ii/

        "Mi piace"

  1. L’ennesima testimonianza
    dell’antica scienza …

    “I nostri antenati continuarono a vedere i loro miti nel cielo stellato, ma iniziarono a registrare con metodicità e precisione il cambiamento degli astri collegando i mutamenti alla terra. In questo modo poterono collegare questi comportamenti ciclici con il procedere delle stagioni capendo quale sarebbe stato il momento migliore per la semina e per il raccolto.” …
    (Fonte: https://www.reccom.org/2020/10/11/una-scienza-antica-lastronomia/)

    "Mi piace"

  2. Quanto giorni, s’assentava Orione,
    secondo l’antica religione,
    prima di tornare portando con se l’alluvione?

    40!
    https://gilgameshdisumer.wordpress.com/2021/01/06/carnevale/#comment-4529

    70!
    “Orione era considerata la dimora di Osiride e le piramidi di Giza potrebbero essere, secondo Bauval, una rappresentazione terrena delle stelle di questa costellazione (Zeta, Epsilon e Delta), con la Via Lattea rappresentata dal Nilo, la cui inondazione annuale, annunciata dalla levata di Orione, coincideva con l’apparizione in cielo di Sirio (inizio dell’anno, con la stagione dell’inondazione) associata a Iside.

    Quest’ultima dea, denominata anche Sothis, assieme a Osiride e Horus formava una trinità: gli egizi giustificavano i settanta giorni di assenza della stella con il passaggio di Iside attraverso l’oltretomba (duat). Non è un caso che la durata del processo di mummificazione sia proprio di settanta giorni.

    Con questo e altri particolari rituali, come la cerimonia dell’apertura degli occhi e della bocca, si realizzava la rinascita stellare dei sovrani, la cui origine pare predinastica e si perde necessariamente nel mito della rinascita di Horus in Osiride.”

    https://storieedintorni.com/2020/04/04/orione-gilgamesh-e-osiride/

    Sirio, una delle stelle più luminose del cielo notturno, oltre che guidare i naviganti, era considerata portatrice di sciagure e per i Dogon aveva a che fare con la perdita dell’immortalità da parte dell’uomo. Sarà per questo che veniva attentamente osservata e venerata in forme di culto, dettate probabilmente dalla paura. D’altronde, in India questa stella era immaginata come un cacciatore che con una freccia uccide il cervo, cioè Orione: quell’arciere assomiglia tremendamente allo scorpione.”

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...