L’INCOGNITA

 

Quel che maggiormente spaventa la gente,

in questo particolare istante, è l’incognita del futuro

che impedisce di vivere, serena-mente, il presente!

 

Questo perché, logica-mente,

non possiamo più programmare tutto, ossessiva-mente,

come era abituata a fare, invece, finora, la mente,

dopo che i nostri piani sono stati cambiati,

improvvisamente, drasticamente …

 

“Quindi?” Niente!

 

Recita un noto proverbio:

Finché si piange c’è speranza …

(anche se vorrebbe gioire la nostra Essenza)

il resto son chiacchiere, senza sostanza,

e non sarà d’aiuto, probabilmente,

neppure la conoscenza …

 

Un giorno comprenderemo,

tornando all’assoluta ingenuità ed innocenza,

che non abbiamo noi il controllo sull’esistenza …

e che quella potrebbe esserci stata donata

per l’evoluzione, attraverso la singola,

dell’Unitaria Coscienza …

 

Il che potrebbe anche voler dire, semplice-mente,

 che il sentimento di solidarietà

(emergente, nei momenti di maggiore difficoltà)

potrebbe aiutare l’umanità nella comprensione

dell’illusoria distinzione che ciascuno fa

della menzogna dalla verità

(della luce … dall’oscurità …)

 —

BURRASCA

 

Presa alla sprovvista,

da un’inaspettata, improvvisa, tempesta

l’umanità, dall’alta cresta,

inevitabilmente abbassa la testa …

 

In attesa che finisca la burrasca,

quella se ne sta, fragile e disorientata,

nella propria, lussuosa, b-arca,

a meditare sulla parola insegnata,

aspettando che la nuova, si spera più sensata,

venga, sincera-mente, rivelata …

 

Questo è ciò che IO ho letto …

in ciò che ha detto, bonaria-mente,

una voce solitaria

in una grande piazza priva di gente …

 

È giunto, probabilmente, il favorevole momento

per lasciarsi andare totalmente al cambiamento,

senza remare, testarda-mente, controcorrente,

per evitare di faticare inutilmente,

issando, semplice-mente, le vele

approfittando, beata-mente, del forte vento …

 

Intanto, sicura-mente, non mancherà, in quest’istante,

la possibilità di continuare ad ascoltare, testardamente,

quel silenzio, assordante,

di colui il quale ha lasciato, dietro di sé,

un vuoto … decisamente desolante …

 —

LUNA

Perché (?)

(Me lo chiedo poiché la sua assenza stimola la mia vena)

per tanta gente è importante sapere …

quando la Pasqua s’avvicina,

la notte in cui quella grande festa

sarà preceduta dalla splendente Luna piena?

Perché la cattolica religione,

che di quella ebraica è la derivazione,

nel 325, con il “Consiglio di Nicea”

ha stabilito, precisamente …

“che la Pasqua cristiana

(che prima non c’era)

venisse celebrata

la prima domenica dopo il plenilunio di primavera!”

(Fonte: http://astro.bonavoglia.eu/pasqua.phtml)

ARIETE

Per fortuna c’è stato chi me lo ha ricordato,

ieri, con l’ingresso del Sole in Ariete,

un nuovo anno, astrologico, è iniziato!

L’esplosione d’energia,

dovuta alla rinascita della natura …

porta voglia di fare, gioia, euforia,

in quella meravigliosa creatura

che d’affermare il proprio IO

non ha assoluta-mente paura!

“Amor proprio” lo definisce la religione

che però, chissà perché,

cerca d’ingabbiarlo in un’assurda repressione …

Da quello, probabilmente, deriva l’istinto, primordiale,

dell’incontenibile passione …

che le persone, incredibilmente,

conduce, amorevolmente, oltre il bene ed il male …

Quindi, cara Anima,

Sii assolutamente naturale

e non ti curare delle verità …

di chi, parlando di divinità,

afferma che sarebbero nate e vissute,

in modo, ipotetica-mente, fenomenale

VINCE

Adesso possiamo,

dato che siamo costretti all’ozio,

quindi perché non ne approfittiamo

per indagare sull’importanza dell’equinozio?

Mi riferisco, ovviamente, a quello di primavera

che quest’anno cade il 20 del mese,

in cui sono state chiuse e poi riaperte le chiese

(pur in assenza di funzioni religiose)

per salvaguardare l’incolumità dell’umanità,

dall’aggressività della nota “pandemia”

che ha cambiato, drastica-mente,

insieme alla realtà, le abitudini di tanta gente …

Una strana guerra …

stiamo ora combattendo sulla Terra,

contro un nemico temibile, poiché invisibile,

che sta mettendo in ginocchio … la salute …

mentale e fisica, delle persone,

le quali, non sapendo cosa fare,

s’aggrappano alle preghiere

ed alle belle parole …

del capo della loro religione,

il quale poveretto, anche lui vecchietto,

non sapendo più cosa dire …

ripete quelle di un presentatore della televisione …

Intanto, comprensibilmente,

mai come prima, probabilmente,

c’è chi, intensa-mente, spera …

nella resurrezione del Cristo …

per chiudere, definitiva-mente, questa tragica era!

Personalmente, credo, cieca-mente,

nella resurrezione della Natura

che da sempre avviene, ciclica-mente,

senza curarsi dell’umana paura,

in occasione dell’equinozio di primavera …

poiché è stato accertato,

inconfutabilmente, dalla scienza,

perciò è sacrosanta verità …

che, semplicemente, dal successivo istante,

la Luce (del Sole) vince

temporaneamente, sull’oscurità!

Fino, chiara-mente, al prossimo equinozio d’autunno,

quando, inevitabilmente, a quella soccomberà!

RIGOGLIOSA

Smarriti ed ansimanti,

così andiamo in giro tutti quanti,

con mascherine e guanti

Chi rischia di più

dopo gli infermieri, i dottori

ed i loro tanti aiutanti?

Probabilmente i commercianti,

ove la gente si reca, prudentemente,

per tirare avanti …

Mentre tutto, intorno, 

giorno dopo giorno,

sembra fermarsi totalmente,

tranne la mente, ovviamente,

che, come la natura,

lavora ininterrottamente,

senza alcuna paura …

Ella, con l’arrivo della primavera,

rinasce rigogliosa,

mostrandoci come la Vita,

sopra ogni altra futile cosa …

sia assolutamente meravigliosa!

SETTE

Finalmente!

A Wuhan è iniziata la festa …

… dopo novanta giorni … approssimativa-mente …

dall’inizio della terribile tempesta!

Intanto, qui da noi,

il papa, più amato e contestato,

parla, rattristato …

(a porte chiuse a causa della quarantena,

dichiarata, insieme alla pandemia

nel periodo di quaresima …)

del settimo anno del suo pontificato …

Sette,

come il numero dei giudici che,

in un altro continente,

debbono prendere una decisione decisamente importante

sulla presunta colpevolezza

d’un noto cardinale della stessa religione …

Ma le persone?

Cosa possono fare, nell’attesa che giunga l’ora

della “santa Pasqua di resurrezione”?

Praticamente niente!

Se ne stanno chiuse in casa,

serena-mente,

a guardare, sui tablet od in televisione, 

dell’esercito americano, sul suolo europeo,

la spettacolare esercitazione …

che rischia d’alimentare il panico

nella già spaventata popolazione …

Ma è anche loro, ancora, concessa (meno male!)

quotidianamente, come per chi sta in prigione …

una salutare passeggiata all’aria aperta,

su cui, naturalmente, è nata più d’una discussione …

Comunque c’è chi coglie l’occasione

per dedicarsi, totalmente, alla meditazione …

oppure per appurare, personalmente,

la veridicità d’ogni martellante informazione

che, puntualmente, smentisce quella precedente …

Il mio semplice consiglio?

Far riposare la mente sarebbe meglio …

ma chiunque può scegliere, libera-mente, 

di ascoltare, attenta-mente, 

ciò che “di nuovo” ha da dire Bergoglio …