DIVINO

È questo il tempo …
particolarmente caro alla religiosa gente,
in cui è previsto il ritorno … del segno più divino
per via del famosissimo giorno in cui, approssimativa-mente …
sarebbe nato il mitico, lucente,
amorevole, innocente, bambino …

Molti lo sanno … Gesù, e tanti suoi predecessori,
sono nati sotto il segno del Capricorno,
è scritto nel registro akashico dell’umanità (internet)
chiunque può verificare questa semplice verità …
poiché è qualcosa che accade, ciclica-mente,
miracolosa-mente, ogni anno,

fin dalla più remota civiltà …

Ma chi preferisse credere, anziché accettare la realtà,
può continuare a farlo in totale serenità …
affidandosi, ingenua-mente,
alle “belle parole” della moderna spiritualità …

L’OTTIMISTA

Tra Capricorno e Scorpione,
secondo l’astrologia,
è posizionato il segno delle infaticabili,
positive, affettuose, generose,
allegre, spensierate … persone.

Il fuoco è il loro elemento,
alimentato dal calore umano e dalla passione,
carburante, inesauribile, che gli consente
di stare sempre in movimento …

Amano viaggiare, tra reale ed ideale,
seguendo l’intuito e l’istinto,
esplorare sempre nuove situazioni,
conoscere luoghi lontani e diverse popolazioni,
sognare, vivere d’illusioni …
(senza eccezioni, neppure nella sfera spirituale …)

La loro indole, curiosa e fanciullesca,
tiene lontana la paura,
perciò sono sempre proiettate
verso una nuova avventura e/o qualche tresca …

La caratteristica principale,
di quella gente, simpatica ed affascinante,
è in assoluto l’ottimismo,
quando gli capita di cadere si rialza velocemente,
essendo convinta sostenitrice dell’epicureismo …

Sono amici leali e fidati
ma da un lungo rapporto di coppia
si sentono, spesso, soffocati …

Ovvia-mente sa, perfetta-mente,
ogni maturo realista …
che nasconde il suo lato oscuro
persino il più grande ottimista

IMMINENTE

Pur nella sofferenza e nel dolore …

l’umanità si trova ad affrontare la possibilità,

tra l’incoscienza e lo stupore,

d’approfittare dell’opportunità di raggiungere la maturità

che accade, individualmente,

solitamente attraverso uno shock interiore.

Una scossa che rimane impressa nella mente

e che non consente, alla consapevolezza maturata,

di tornare indietro, alla storia passata …

(ad ogni tradizione ormai superata).

Quindi che fare?

Si può provare a lasciarsi trasportare dal cambiamento,

con il suo lento movimento,

dalla corrente che, come quella d’un fiume,

inevitabilmente sfocerà al mare …

Un’esperienza meravigliosa …
(https://emozionilibere.wordpress.com/?s=Strepitosa)

sempre imminente,

che sta per fare tantissima gente,

perciò ci tengo ad anticipare che,

per evitare di sentirsi trattenuti o costretti,

occorre rinunciare alla resistenza

che spesso s’oppone, inconsapevolmente,

al processo di disgregazione mentale …

“Muori e diventa” scriveva Goethe,

dove a morire, chiaramente,

deve essere la vecchia, falsa, personalità (io/ego/)

per lasciare spazio alla nuova

che già vive in un’altra dimensione/realtà …

dove non è affatto importante l’altrui verità …

È questo il momento … fenomenale …

sull’onda del sentimento che s’eleva, perentorio,

in prossimità del “santo Natale” …