SENZA LUCE

Anche l’oscurità
offre delle opportunità davvero belle …
lo sapeva già la dotta gente di antiche civiltà,
che approfittava delle notti senza Luna
per osservare il cielo e le più splendenti stelle …

Erano quelle che si muovevano?
Oppure i pianeti … che al Sole giravano intorno?
Arrivò, un giorno, chi chiarì questo dubbio,
spiegando come, miracolosamente,
qui da noi, sulla Terra, s’alternano notte e giorno …

Da un’attenta osservazione di dotta gente,
risultò poi chiaro che le stelle
(ed i pianeti coi loro satelliti)
apparivano e scomparivano ciclicamente,
ci volle solo un momento,
e si pensò di sfruttare questo fatto per fissare,
nel cielo, dei “saldi” punti di riferimento …
utili a chi s’avventurava, per terra o per mare,
alla scoperta di mondi lontani ed inesplorati,
dai quali si doveva poi, anche, fare ritorno …

Nacque, a questo punto, l’esigenza,
per quelle antiche popolazioni,
di creare, tramite linee immaginarie
(che tra loro collegavano le stelle),
dei raggruppamenti poi chiamati costellazioni;
12 in particolare, erano quelle che durante l’anno,
precedevano il sorgere del Sole …
“Re” degli astri, per via della sua luce potente,
seguito dalla “regina”, la Luna,
e dai fidati servitori … gli altri pianeti …
testimoni delle avventure dei due regnanti …

Tante sono le storie, favolose, scritte su di loro
chiunque le può leggere nella mitologia …
poiché non ha limite l’umana fantasia …

Storie che all’inizio viaggiavano lentamente,
poiché tramandate oralmente,
ma che poi, con l’invenzione della scrittura,
scolpita prima sulla pietra, poi sulla carta
ed infine sullo strumento elettronico
che ad esse consente di viaggiare, liberamente,
velocissimamente, superando, in un istante,
l’inesistente confine d’ogni continente …

Ciò sta provocando il risveglio della mente …
nella gente che, confrontando tali informazioni,
si rende conto, finalmente,
di come le storie sulle numerose divinità,
abbiano in comune la stessa “verità” …

Ma … chi avesse ancora dei dubbi …
può avvalersi degli strumenti, ipertecnologici,
messi a disposizione, on-line, dall’astronomia,
che aiuterà pure a comprendere meglio l’astrologia!

Alla fine, quando lo vorrà, chiunque potrà,
dopo aver creato la propria, semplice, filosofia,
confrontarla (anche) con la mia …

LA NUOVA SCIENZA

C’è una “nuova scienza
che sta affascinando tanta gente curiosa.
Quella indaga sulla doppia coscienza
e su una meravigliosa, “Eterea, Dimensione”,
ove approderebbe chi, improvvisamente,
si dovesse risvegliare … dalla propria illusione …

Raccontano le persone,
che già vi si sarebbero recate,
che ora vivono, contemporanea-mente,
in due mondi che coesistono parallela-mente.

Nel primo, quello della mente,
si continua a fare esperienza della realtà,
che però appare modificata, incredibilmente,
poiché si perde l’interesse per passato e futuro,
e ci si dedica maggiormente al presente …

Nel secondo, quello sconfinato, oltre la mente,
abbandonata ogni competizione,
ed ogni superata tradizione …
ciascuno esprime se stesso, liberamente,
attraverso l’espressione del proprio talento,
ritrovando l’interesse per l’esistenza
che lo accompagnerà, con eterna pazienza,
fino all’ultimo momento …

ETEREA DIMENSIONE

Al di là … della consapevolezza limitante,
tipica dell’ingenua, piccola mente,
c’è un luogo affascinante, dalla bellezza strabiliante,
illuminato da UNA Luce bianca e splendente,
ove tutti vivono beata-mente …

C’è chi lo chiama “Nuovo Mondo”,
chi “Nuova Era” o “Età dell’oro”,
chi, più semplicemente, ” Paradiso”
ma ora, anche, “Eterea o quinta dimensione” …
(termine in voga tra le “risvegliate persone”).

Molti già sanno che, per potervisi recare,
occorre abbandonare, definitivamente,
la conoscenza creata ad arte per la gente,
da chi ha tentato di sviare, anziché aiutare,
l’inconsapevole coscienza …

Ascoltando le tante, presunte verità …
di chi, in Vita, si sarebbe già recato là,
s’apprende, con facilità, d’una “Grande Felicita”
che accompagnerebbe ogni individuo …
nel cammino verso l’eternità …

“Ma come si fa?” – qualcuno si domanderà –
“A riconoscere chi c’è stato veramente?”
Facile! È sufficiente un istante,
poiché chi ha già fatto quella strepitosa esperienza,
avendo “ivi incontrato” la propria Essenza,
fusasi nell’Unitaria (planetaria) coscienza,
sa dell’esistenza del meraviglioso,
invisibile, silenzioso, “Esercito del bene”,
ove confluiscono, volontaria-mente,
le anime che hanno scontato, finalmente,
tutte le loro pene …

P.S. Avevo dimenticato la cosa più importante,
là ognuno va da solo … e non c’è nessuno che,
ad eccezione del proprio Sé,
sia in grado d’indicargli la Via …
è quindi logico, inutile, controproducente,
seguire, pedissequa-mente, la mia …!!!