NITIDA-MENTE

 

Meno male!

Qualcuno l’ha detto, chiara-mente:

 

L’idolatriaè una malattia spirituale”,

che affligge, maggior-mente, la cerchia ecclesiale

che sta ancora cercando la guarigione,

in una superata religione …

 

L’ho letto, distratta-mente,

poiché “IO Sono”, notoria-mente,

”un uomo” estrema-mente curioso

e decisa-mente superficiale …

 

Quella sarebbe una bellissima figlia

d’un dio particolarmente misericordioso,

il quale, osservando le innumerevoli pene,

patite dalle sue ingenue creature,

afflitte da tante paure,

così le assiste, singolarmente,

mentre ancora non distinguono,

nitida-mente, tra “bene” e “male”…

Ciò loro consente, semplice-mente,

(avendo a disposizione l’eternità)

 di cercare, libera-mente, naturalmente,

attraverso il bellissimo giocodella dualità,

l’indiscutibile verità …

 

Alla fine, probabilmente, vincerà,

in attesa che riesca tutta l’umanità,

chi raggiungerà la giusta maturità,

situata, tra i due opposti,

esattamente a metà!

IL RITORNO!

 

Se anche TU

sei affascinata dall’osservazione del cielo

e stai spesso col naso all’insù,

ogni giorno … (più facilmente durante l’oscurità

delle sere autunnali ed invernali)

potrai accertare, personalmente, il ritorno

d’una mitica costellazione, tanto cara all’umanità.

 

Orioneun abile cacciatore

(per la filosofia greco/romana)

è sempre seguito dai suoi fedelissimi cani,

due costellazioni (o asterismi, per la precisione),

le cui stelle più brillanti sono:

Sirio (il cane maggiore);

e Procione (il cane minore)

(identificati, dall’attuale scienza …

con gli occhi, i nasi o le bocche … dei due animali,

cosa che, logica-mente, non fa alcuna differenza!)

 

Le due stelle (Sirio e Procione),

insieme a Betelgeuse (la spalla di Orione),

formano il famoso “Triangolo invernale” …

 (per immagini chiare cliccare qui …)

molto importante, ha affermato qualcuno,

 per le genti di antiche civiltà,

per orientarsi durante la fitta oscurità …

(persone che, con la semplice immaginazione,

 disegnavano nel cielo due linee, la cui intersezione

forma-va, miracolosa-mente, una “Grande Croce” …

utile a stabilire, con buona approssimazione,

i 4 punti cardinali: nord, sud, est ed ovest,

necessari durante la notturna navigazione …)

BABBO NATALE

 

È tanta la gente che ora conosce la verità …

la Luce torna …

contestualmente al solstizio d’inverno

(la notte più lunga)

a prevalere sull’oscurità …

 

Ciò che festeggiamo, inconsapevolmente,

è quindi, probabilmente, la ri-nascita, fenomenale,

del “solare pargolo divino”

tanto caro alla religione

e ad ogni innocente bambino …

il quale, dopo aver spedito la sua letterina,

 aspetta, fiducioso, il regalo di “Babbo Natale

 

Ma se in quel periodo dovesse far caldo?

Al di là dell’inevitabile costernazione …

(accade, puntualmente, nell’emisfero australe)

possiamo verificare che già nel passato

s’è parlato d’un insolito cambio di stagione …

 

… “L’inverno è giunto d’estate,

i mesi sono a rovescio, le ore in confusione” …

… “Fu così che l’imperatore romano Augusto impose agli Egizi il calendario giuliano di 365 giorni e un quarto. Da quel momento, accanto all’anno ufficiale ne esisteva un secondo, detto “anno agricolo”, che non era basato sul ciclo solare, bensì secondo una stella fissa: “Sirio”. Il sorgere eliaco di questo astro, dopo circa 70 giorni di invisibilità, coincideva pressappoco con l’inizio delle piene del Nilo e quindi col Capodanno egiziano, il primo giorno del primo mese dell’inondazione. L’anno agricolo basato sulla “ascesa di Sothis” fu quindi chiamato “anno sotiaco”.

(Fonte: http://alssa.altervista.org/Documenti/Seminari/3/02%20-%20Sirio-scienza%20storia%20e%20mito.pdf)

 

La stella Sirio,

lo sanno bene certe persone,

appassionate agli astri ed alla religione,

da sempre segue, docilmente, il suo Padrone …

UN RIBELLE

 

Chi amasse … osservar le stelle …

e poi inventasse … su di esse, belle storielle …

può considerarsi un ribelle?

 

Mi sto qui cimentando, arbitraria-mente,

in un campo a ME ignoto totalmente,

prendendo in esame particolari “confini” (fines)

 studiati, anche, da antiche civiltà

che amavano osservare gli astri

durante la fitta oscurità …

 

Ne hanno già parlato, dignitosa-mente:

Tolomeo, nella sua “Tetrabiblos”;

Manilio, negli esametri del suo “Astronomicon”,

F. Materno e R. Baldini recentemente

 

Esistono, sinteticamente, per gli amanti dell’astrologia,

60 suddivisioni irregolari dello Zodiaco,

subordinate, ciascuna, ad uno specifico pianeta

(pratica-mente , probabilmente, pura fantasia …)

 

Tra le varie versioni che le riportano,

una è considerata anomala, in quanto scritta da un uomo,

indubbia-mente intelligente, tale Vittio Valente,

il quale, incomprensibilmente,

a quei pianeti ha aggiunto Sole e Luna,

chissà perché precedentemente esclusi

(per motivi che mai conosceremo e che,

comunque, ci renderebbero ancor più confusi …)

dissociandosi dal pensiero precedente

che ha poi visto nascere pareri difformi tra la dotta gente

d’oriente ed occidente …

 —

VERSO L’IGNOTO

 

È da quel giorno che ci giro intorno

provando a dare una logica interpretazione

al mitico ritorno …

 

… che, probabilmente,

con l’approssimarsi del Natale,

molte persone, legate alla religione,

associano ad una nota divinità …

 

No, non è quella la mia realtà,

IO voglio spingermi oltre,

Verso l’ignoto,

esplorando, attraverso la coscienza,

i misteri, irrisolti, dell’esistenza …

 

Perciò interrogo Lei,

la mia vera Essenza,

che non s’è mai smarrita

nell’illusoria personalità

creata dall’odierna civiltà,

la quale, confusa-mente,

fa affidamento sulla conoscenza

per trovare la propria verità …

 

Mi sto qui riferendo a coLei

da cui mi son dovuto allontanare

per fare esperienza di ME

ed alla quale l’umanità pensa,

sotto varie forme, con insistenza,

definendola, anche, semplice-mente,

Anima oppure Sé!

 

DICOTOMICO

 

Nell’approssimarsi della fine

(del proprio, meraviglioso, viaggio)

ogni individuo, naturalmente,

interroga la propria coscienza

sul senso, vero, dell’esistenza …

 

Quella, ovvia-mente,

non potendo fare diversa-mente,

risponderà attraverso la mente

sulla base della raggiunta maturità

(in continua evoluzione)

esortandolo a mettere in discussione

ogni convinzione sulle supposte verità

proposte dalla religione …

 

È così che, probabilmente,

aumenta, a dismisura, la curiosità

sul perché del bene e del male,

del coraggio e della paura,

quesiti che, inevitabilmente,

contribuiscono a forgiare l’armatura

dell’ego spirituale …  duro a morire …

in quanto poco incline a rinunciare

ad ogni sua assoluta certezza

e perciò d’ostacolo per l’ipotesi di salvezza

raggiunto nell’attuale consapevolezza …

 

Ti sembro comico?

Non posso farci niente,

poiché “IO Sono” affascinato, irresistibilmente,

 dal pensiero … “dicotomico” …

NATO TRE VOLTE

 

Lo sanno bene le persone colte …

non solo “IO Sono” nato tre volte:

la prima, per i miei genitori, con la venuta al mondo;

la seconda per la chiesa,

con la vita nello spirito, dopo il battesimo;

la terza per ME, dopo la scelta,

consapevole, dell’apostasia!

 

A tale traguardo giunge, inevitabilmente,

chiunque, dopo aver inseguito a lungo, vanamente,

una bellissima illusione,

alla ricerca della via per la propria realizzazione,

ha poi iniziato il lungo cammino verso il divino,

tranquillo, sereno, lontano dalla religione …

 

L’ho fatto, semplice-mente, perché (?)

ho finalmente intuito che … Lui (il divino)

ma anche Lei … (la divinità)

sono raggiungibili dentro di ME

ove, probabilmente, si cela la verità …

 

Concorderai con ME

che non v’è alcuna possibilità,

per l’individuale coscienza

(il piccolo sé/io/ego/mente/pensiero)

di stabilire con assoluta precisione

il Suo genere d’appartenenza …

 

Quesito, quest’ultimo, che, ovviamente,

non sfiora, neppure lontanamente,

l’Anima, il grande, unitario, Sé …

(di cui avrai già sentito parlare anche Te …)

ove sarebbe depositata tutta la conoscenza …

TRAGUARDO

 

Fermate il mondo, voglio scendere!

ebbe a dire qualcuno che, come ME,

non ne poteva più dell’eccessiva velocità

con cui si muoveva quella società …

 

Cosa che accade anche ora, sempre nel presente …

per chi, lungo la via della realizzazione,

insiste, testarda-mente, a voler star dietro

alla sovrabbondanza d’informazione

(caratterizzante l’attuale realtà

responsabile dell’inevitabile povertà d’attenzione …)

che, inconsapevolmente,

conduce a trascurare persino l’emozione …

 

Di chi è la responsabilità?

Di internet, probabilmente,

strumento che però consente, contemporaneamente,

di superare, attraverso il pensiero,

ogni inesistente barriera  eretta dalla mente

la quale, evidentemente, non si sa spiegare perché

sia costretta a subire, ripetuta-mente,

le angherie del piccolo sé (l’io/ego)

(colui il quale è assolutamente ignorante riguardo all’altro Sé,

infinitamente più grande, l’Unitaria Coscienza,

anche definita Anima, o pura Essenza …)

 

Chissà, magari è proprio questo il traguardo

che raggiungono le persone meno curiose

durante la loro fantastica esistenza …

 

Da cui poi ripartono,

gioiose,

per una nuova, avventurosa,

affascinante, esperienza …

REGNANTI

 —

Dicono che sarebbero sempre di più

le persone che studiano le storie,

favolose ed affascinanti,

delle ipotetiche, regnanti, divinità

che starebbero stabilmente lassù!

 

Ciò accade, evidente-mente,

poiché sta crescendo, in modo dirompente,

(in chi crede in una certa verità)

la consapevolezza che quelle sarebbero, probabilmente,

la fenomenale, simbolica, rappresentazione

della Luce e dell’oscurità …

 

Esse sarebbero in grado, finalmente,

di spiegare, scientifica-mente,

grazie, anche, alla luna nuova, concomitante,

(28-29 e 30 settembre 2019)

il significato dei “tre giorni” di buio

riportati in un famoso testo “spirituale”,

contenente il dogma del bene e del male …

 

L’antica tradizione, giudaico cristiana,

misurando il tempo con le fasi della Luna,

divise il suo ciclo creando la settimana,

riuscendo pure a scoprire, “banalmente”,

che dopo la Luna calante

(e prima della Luna crescente, nella fase di novilunio)

vi sono 3 o 4 notti in cui quella è totalmente assente!

 

È perciò facile immaginare, a questo punto,

la paura delle scomparse civiltà

che Lei, “la regina” della notte,

adoravano come fosse una vera divinità …

 

 —

Ovvia-mente, dopo la “dea Luna”, per contro-bilanciare,

non possiamo non parlaredel “mito Solare”

e dell’istante seguente il solstizio d’inverno

(la notte più lunga)

quando “il Re” … degli astri, ovvia-mente,

ri-nascente, dopo la morte apparente

(21-22 dicembre),

torna … dopo 3 o 4 giorni …

(il 25 dicembre)

a risplendere, ed a scaldare, progressiva-mente,

sempre più intensa-mente,

i docili cuori dell’ingenua gente!

 

LO SAI?

 

Incredibile ma vero (?!),

mi è stato riferito, confidenzial-mente,

che ci sarebbero persone,

stanche dei dogmi della loro religione,

che a ME starebbero guardando

per poter comprendere come (e quando),

effettiva-mente, raggiungere l’illuminazione!

 

Sono lusingato, sincera-mente,

ma forse non sa,

quell’ingenua, confusa, gente,

che IO, semplice-mente,

m’ispiro a favolose storielle,

che, per lo più, trovano la loro origine

nell’osservazione delle luminose stelle,

pianeti e satelliti,

che da sempre stanno lassù !!!

 

Nulla, quindi, posso fare,

lo sai anche “tu”,

per chi non ha ancora capito

com’è accaduto che il Sole …

si sia potuto incarnare in Gesù …

(puoi cercare, su internet: “Gesù mito solare”)

 

Comunque, non disperare,

prima o poi, l’umanità,

riuscirà a scoprire la verità …

poiché, probabilmente, per farlo,

ha a disposizione l’eternità …

 —